Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Windows Vista?... Un'alternativa grazie!

Le aziende non sembrano molto soddisfatte delle prestazioni di Windows Vista e cercano alternative. La prima scelta è Macintosh, seguono Red Hat, SUSE Linux e Ubuntu. Una svolta notevole, e una prima vittoria per i sostenitori dell'open-source.
Redazione PMI-dome
I risultati della ricerca sull'adozione del sistema Vista di Windows nelle aziende hanno confermato quello che i molti sostenitori dell'open-souce  sospettavano da tempo. Vista sta facendo sì che molte aziende pensino di abbandonare Microsoft.

L'obiettivo della ricerca, sponsorizzata da KACE e realizzata da King Research, era di
carpire dati sulla percezione dell'impatto di Vista tra le aziende IT. 961 professionisti It sono stati coinvolti nell'indagine e il 53% di essi non ha alcuna intenzione di migrare su Vista al momento.
Anzi pare che molti stiano già valutando delle scelte strategiche alternative.

Il 44% di coloro che usano un sistema Microsoft, sta pensando di migrare su altri sistemi operativi non-Microsoft. La scelta più popolare è quella di spostarsi su Macintosch (28%), segue SUSE Linux (18%), Ubuntu (18%) e altri sistemi Linux (9%).

Questo significherebbe che, attraverso vari canali distributivi, i sistemi basati su Linux coprirebbero il 68% delle alternative scelte.

Tra coloro che sono interessati a migrare fuori Microsoft, la sfida principale è di certo quella di superare la familiarità degli utenti verso Windows, che è molto radicata.

Il 40% afferma di aver bisogno di raggiungere la necessaria esperienza per gestire sistemi multipli, e il 50% avverte il bisogno di acquistare e studiare nuovi strumenti di gestione prima di poter migrare verso sistemi alternativi.
Un ulteriore ostacolo alla migrazione è che di fatto il 60% degli intervistati gestisce sistemi aziendali Windows con strumenti supportati unicamente in Windows.

Tuttavia i progressi nei tool di virtualizzazione sono a buon punto per Linux e Macintosh, e il 67% degli intervistati afferma che utilizzandoli la migrazione sarebbe molto più facile.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Accesso rapido