Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

DoQui Acta: gli archivi si fanno elettronici

Con la nuova Piattaforma di Gestione Documentale si riduce la carta e aumenta l’efficienza di tutta la Pubblica Amministrazione. L'esperienza piemontese.
Redazione PMI-dome
Nella regione Piemonte i vecchi archivi cartacei a cui siamo abituati diventeranno presto soltanto un ricordo. Grazie a “DoQui Acta”, la nuova applicazione realizzata dal CSI-Piemonte che permette di conservare, organizzare e ricercare la documentazione in formato elettronico degli Enti pubblici piemontesi (delibere, atti, fatture…). A tutto vantaggio dell’efficienza della macchina pubblica e con un notevole risparmio di carta.

Il sistema fa parte del piĂą ampio progetto “DoQui” , la Piattaforma di Gestione Documentale realizzata con software open source nata grazie alla collaborazione tra Regione Piemonte, CittĂ  di Torino e Provincia di Torino, con il coordinamento del CSI e il supporto di Politecnico di Torino e UniversitĂ  degli Studi di Torino.

Il progetto della Piattaforma di Gestione Documentale coinvolge numerosi attori: dagli Enti che l’hanno realizzata, a tutti quelli interessati (non soltanto piemontesi) e ai privati che hanno bisogno di soluzioni informatiche legate alla gestione documentale.

I benefici per le Amministrazioni sono molti: primi fra tutti maggiore semplificazione dei processi  amministrativi, piĂą trasparenza nei rapporti con cittadini e imprese e riduzione dei costi di gestione della carta. Ma i vantaggi si estendono all’intero territorio piemontese. “DoQui”, infatti, permette di costruire una comunitĂ  open source aperta a realtĂ  pubbliche e private, stimolando la creazione di nuovi modelli di business e sviluppando un prodotto informatico che le imprese possano utilizzare per proporre servizi aggiuntivi (consulenza e assistenza tecnica, personalizzazioni, evoluzioni del software).

L’obiettivo è quello di utilizzare il software libero come leva per lo sviluppo del comparto ICT piemontese. Contribuendo all’apertura di nuovi scenari di mercato per le imprese, già coinvolte nella definizione delle
caratteristiche della piattaforma.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Accesso rapido