Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Posta certificata per tutti. Parola di Brunetta

Da oggi chiunque può richiedere la propria casella di posta cerificata
Redazione PMI-dome

Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, ha presentato il nuovo servizio di Posta Elettronica Certificata al cittadino che da oggi, 26 aprile, promette una vera rivoluzione nella comunicazione con la Pubblica Amministrazione. Come noto la PEC è uno strumento - discusso - che consente di inviare e ricevere messaggi di testo ed allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. Ovviamente occorre che mittente e ricevente ne siano entrambi dotati. Per la PA è un obbligo, anche se ancora non tutte le amministrazioni se ne sono dotate (e brunetta prevede già provvedimenti in merito). Una semplificazione per il cittadino e un risparmio in ottica di dematerializzazione. Questi i punti frti sottolineati dal ministero. 

Strumenti che hanno suscitato perplessità e confronti tra ossevatori e addetti ai lavori, Massimo Penco di Cittadini di Internet ha seguito con attenzione gli sviluppi del mezzo e l'uso che ne è stato fatto, esprimendo spesso perplessità e ponendo quesiti precisi, dei quali - quando e se riceverà risposta - vi daremo conto.

Intanto l'iter della PEC al cittadino prosegue, e ognuno può chiedere sul portale www.postacertificata.gov.it l'attivazione della propria casella, seguendo la procedura guidata. Trascorse 24 ore dalla registrazione online (ed entro 3 mesi) ci si potrà quindi recare presso uno degli Uffici postali abilitati per l'identificazione e la conseguente firma sul modulo di adesione. Il richiedente dovrà portar con sé un documento di riconoscimento personale e uno comprovante il codice fiscale (codice fiscale in originale o tessera sanitaria). Bisogna inoltre portare anche una fotocopia di entrambi i documenti che dovranno essere consegnate all'ufficio postale. Ad oggi sono oltre 80mila le Pec richieste dai cittadini, grazie alla sperimentazione avviata a fine settembre 2009 da Aci e Inps. Pur essendo una casella di posta elettronica "come le altre", la Pec al cittadino è l'unica dedicata esclusivamente ai rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Gli indirizzi Pec delle Pubbliche amministrazioni - istituiti per ogni registro di protocollo e comunicati al DigitPA - sono disponibili sull'archivio informatico accessibile attraverso il sito Indicepa.gov.it, fonte ufficiale e riferimento per gli adempimenti previsti per le amministrazioni. E' stato inoltre sviluppato il sito Paginepecpa.gov.it con tecnologie atte a rendere più semplice la ricerca degli indirizzi Pec per il cittadino. Il mancato assolvimento degli adempimenti relativi alla Pec influisce ai fini della misurazione della performance individuale e organizzativa strumentale al calcolo della retribuzione di risultato dei Dirigenti degli uffici preposti.


Condividi

Commenti
1Commento

RE: Posta certificata per tutti. Parola di Brunetta

La posta certificata.gov consente l'invio e la ricezione solo agli indirizzi censiti dalla PA o mi sfugge qualcosa???

Inviato da marcello

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido