Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Lost ultimo episodio. Sopravvive il cattivo

Se siete tra i patiti della serie americana e attendete l'ultimo episodio, attenzione a cosa potete trovare cercando sul web. False pagine e falsi programmi antivirus sono in agguato.
Redazione PMI-dome
E' Panda Security a mettere questa volta in guardia gli utenti da un antivirus pericoloso che si chiama MySecurityEngine. Il malware viene distribuito attraverso pagine web (una delle modalità di attacco più diffuse) servendosi di un'esca molto popolare: l'episodio finale della serie americana di successo "Lost". Se non si usa quindi prudenza a fine episodio l'unico a sopravvivere potrebbe essere il virus.

Nessuna sorpresa, l'uso di eventi popolari o di star del cinema o della musica per diffondere virus è ormai nota. Resta il fatto che quando si cercano informazioni di intrattenimento, l'episodio finale di Lost ne è un esempio, si tende forse a essere meno prudenti.

Così finte pagine Web che appaiono però ai primi posti nei risultati di ricerca rappresentano un'esca perfertta.  Aprendo i link relativo scatta subito la richiesta di download di un file, come un codec, che installa però il finto antivirus.



Artefici inconsapevoli di tali trappole anche altre serie come "Glee", "Family Guy" e il recente film "Iron Man 2". Non manca poi lo sfruttaemento di eventi drammatici (come la morte del cantante rock Ronnie James Dio) per sferrare un attacco Black Hat SEO sul Web.

Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori di Panda Security, spiega “Ciò che continua a sorprenderci è la velocità con la quale numerosi siti Web vengono creati, indicizzati e posizionati su Internet. Supponiamo che il numero di link pericolosi raddoppierà o triplicherà quando l’episodio finale di “Lost” sarà disponibile”.

Condividi

Tags (2)

virus, malware
Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido