Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Apple presenta un iPhone in formato mini

Poco più grande dell’iPod, nessun tasto e un prezzo sotto i 200 euro. Cambia il marketing di Apple?
di Lorenzo Mari
C’è un evento della telefonia mondiale a cui poche aziende decidono di non partecipare.

L’evento è il più importante al mondo nel campo della telefonia mobile, il Mobile World Congress di Barcellona, ed è in scena proprio in questi giorni a Barcellona (peraltro il portale telefonino.net, gestito dal gruppo Edizioni Master, sarà presente all'evento).

Le compagnie che hanno deciso di non prendervi parte sono state storicamente due, una delle quali fino a poco tempo fa è la Nokia, mentre la seconda è la Apple.

Mentre la prima ha deciso di salire sul palco a seguito del lancio della storica partnership che l’ha vista allontanarsi almeno temporaneamente da Intel per avvicinarsi in maniera abbastanza stabile alla Microsoft, la seconda non si sa se per combinazione o per voluta contemporaneitĂ  con l’evento di Barcellona ha fatto circolare (tramite Bloomberg) una voce indiscreta che la vorrebbe sul punto di lanciare un nuovo prodotto piĂą low cost rispetto al target di prezzo di iPhone e anche leggermente piĂą piccolo nelle dimensioni. Tale lancio è stato preannunciato in un articolo del Wall Street Journal, ripreso poi dal Sole 24 Ore. Il prodotto di cui si parla sarebbe poco piĂą voluminoso di un iPod non avrebbe alcun tasto, neanche lo storico tasto centrale della base. Sembra che questo nuovo “iPhone Nano” come è stato efficacemente definito negli articoli che abbiamo citato si chiamerĂ  Apple N97 e il suo prezzo si aggirerebbe attorno ai 200 euro.  

Chiunque si interessi un po’ di marketing si renderĂ  conto che si tratta di un cambio abbastanza importante da un punto di vista dell’approccio al mercato che Apple ha sempre avuto rispetto ai propri devices, in particolare rispetto agli smartphones. Se in un primo momento si direbbe addirittura che Apple attuasse il paradigma dell’”effetto snob” andando piuttosto ad aumentare il numero e la qualitĂ  di servizi piĂą che diminuirne il prezzo, il cambiamento progressivo del mercato dei devices che inizia a guadagnare molto piĂą dalle apps – in proporzione ¬ che dai dispositivi, potrebbe aver portato ad un cambiamento di rotta attuando una strategia che punterebbe, piuttosto, a dare a tutti l’opportunitĂ  di fruire dei servizi accessori. La fascia di mercato è quella storicamente piĂą apprezzata dal pubblico, quella su cui Nokia ha saputo costruire la propria fortuna, il segmento dove la domanda cresce piĂą velocemente e allo stesso tempo quello in cui la casa di Cupertino non è abbastanza presente. 

Il tempo, sempre veloce, del mercato IT ci darĂ  maggiori notizie. Intanto stiamo pronti a ricevere importanti novitĂ , come fatto rilevare da piĂą parti pare che l’iWatch sia anch’esso in arrivo. 

Lorenzo Mari

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido