Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Contributo di solidarietà: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Circolare n. 4/E del 28 febbraio 2012
di Redazione PMI-Dome
L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 4/E del 28 febbraio 2012 ha fornito chiarimenti sul contributo di solidarietà introdotto per il 2011, il 2012 e il 2013 dalla “manovra di ferragosto” (Dl 138/2011) illustrandone l'ambito di applicazione, le modalità di calcolo e di versamento ed effetti sull’IRPEF.

Il contributo di solidarietà è un’imposta straordinaria, introdotta per l’eccezionalità della situazione economica internazionale, a decorrere dal 2011 e fino al 2013, a carico dei contribuenti con reddito complessivo superiore ai 300.000 euro annui.

L’aliquota è del 3%, calcolata sulla parte eccedente tale reddito, si applica sulla somma dei redditi fondiari, di capitale, di lavoro dipendente, autonomo, di impresa e redditi diversi.

Non vi rientrano i redditi soggetti a tassazione separata, i redditi esenti, quelli soggetti a ritenute a titolo di imposta e quelli soggetti a imposte sostitutive dell’Irpef, anche su opzione del contribuente. La base imponibile si computa al lordo degli oneri deducibili, a differenza della base imponibile Irpef, che invece è determinata al netto.

Il contributo viene calcolato in sede di dichiarazione dei redditi e si versa in unica soluzione con il saldo Irpef di giugno.
La circolare, ricordando che il contributo è deducibile, sottolinea che la deduzione è riconosciuta in base al principio di competenza sia ai fini IRPEF che ai fini del calcolo delle addizionali regionali e comunali.



Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

SE UN IMPIEGATO APRE UN E-SHOP, MEGLIO L'APPOGGIO DI UN COMMERCIALISTA


Accesso rapido