Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Nuove detrazioni per le auto aziendali

Le Imprese preferiscono rimborsare i chilometri
di Mirko Zago
Mirko Zago è laureato in scienze della comunicazione all'università di Bologna e appassionato di editoria online. Da sempre attratto dal mondo della Rete e del business, scrive per diverse realtà, trattando di imprenditoria, nuove tecnologie e IT
La nuova riforma del lavoro già approvata introduce novità in merito alla deducibilità dei costi per le flotte di auto aziendali. Le detrazioni entro il 2013 saranno destinate a passare dal 40% al 27,5% con un importo massimo di deduzione del costo di acquisto da 7.230,40 euro a 4.970,90 (costo fiscale 18.075,99 euro). Anche i noleggi a lungo termine vedranno modifiche ampie con un tetto massimo di deduzione di 994,18 euro annui (costo fiscale 3.615,20 euro).

Nel caso di auto aziendale concessa per uso personale al dipendente per un periodo superiore ai 183 giorni all’anno la vecchia deduzione del 90% viene ridotta al 70%. La differenza del 30% sarà tassata al dipendete aumentando il reddito con un importo corrispondente alla percorrenza di 15.000 Km, moltiplicato per la relativa tariffa ACI, al netto delle eventuali trattenute al dipendente. Le imprese a questo punto saranno incentivate ad optare per il rimborso chilometrico (secondo la tabella fornita dall’Aci) al dipendente che sfrutterà la sua propria auto anziché acquistare auto aziendali e concederle in utilizzo. L’Agenzia delle Entrate ha specificato che in questo caso l’azienda potrà dedurre il totale delle tariffa Aci e non solo la parte proporzionale alla percorrenza.
 
Rimangono valide le detrazioni per gli agenti e rappresentanti di commercio sempre all’80%. Taxi, scuole guida o noleggio continuano ad aver diritto alla deducibilità del 100%. Per quanto riguarda l’Iva la detraibilità per il 2013 delle vetture aziendali resta fissa al 40%. L’Art. 17-bis del decreto 83/2012 prevede inoltre nuove “Disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli a basse emissioni complessive” per favorire la mobilità  sostenibile, attraverso la “realizzazione di reti infrastrutturali per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica e la sperimentazione e la diffusione di flotte pubbliche e private di veicoli a basse emissioni complessive, con particolare riguardo al contesto urbano, nonché l’acquisto di veicoli a trazione elettrica o ibrida.”

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:



Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

SE UN IMPIEGATO APRE UN E-SHOP, MEGLIO L'APPOGGIO DI UN COMMERCIALISTA

Accesso rapido