Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

La presunzione del Web

Il paese delle false personalità, il regno dell’identità sconfessata, lo spazio degli inganni scoperti. Ma anche il cuore della verità. In una parola: Internet 
di Francesco Forestiero
Dottore Commercialista, Revisore contabile e Consulente Marketing, ha coordinato per anni il noto mensile Office Magazine. Esperto di Web, informatica e nuove tecnologie, ha coadiuvato numerosi progetti legati ad Internet e alla carta stampata, scrivendo e pubblicando centinaia di articoli, editoriali e studi di settore. Dopo la laurea in Economia Aziendale, ha studiato Web Marketing, Diritto Tributario, Operazioni Straordinarie Aziendali e Giornalismo. Attualmente fa parte della redazione di Voyager Magazine, la rivista ufficiale della trasmissione di Rai Due.
Da oggi sono un esperto di Marketing. Anzi, di Comunicazione. O meglio, sono un esperto di tecniche SEO. Tanto che ci vuole? Ho letto un libro!

Quante persone si professano “esperti” in un determinato settore senza avere le minime competenze? E quante di queste lavorano sul Web? Tante. Forse troppe. In fondo, Internet è la patria dell’anarchia, il regno dove tutto è possibile, lo spazio dove anche chi non ha mai studiato davvero un argomento può proclamarsi guru. 

E invece no, non è così! La verità è che Internet non è il luogo dove tutto è possibile. È il paese dove ogni passo falso è punito con una critica spesso giusta e comprovata dagli utenti. È il principato di un signore chiamato libertà di espressione: la libertà di dire ciò che si vuole e anche di smascherare i falsi esperti. Purtroppo, non sempre ciò avviene. A volte, le maschere indossate da questi subdoli figuri sono solide come granito. Si scalfiscono, ma non si spezzano. Il "merito" è della loro presunzione. Una caratteristica necessaria per partecipare a questo gioco sul Web.

Ma occhio! Come diceva John Belushi in Animal house: “Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”, e quando i presuntuosi del Web cominciano a giocare in maniera pesante, gli utenti sinceri non staranno certo a guardare! E poi, tutto questo caos, tutta questa voglia di pavoneggiarsi a ciò che non si è, potrebbe presto sfociare in effetti indesiderati. Un po' come “La presunzione del maiale” di Dario Fo. Conoscete la storia? Ve la racconto io, brevemente...

Il premio Nobel, tempo addietro, scrisse La Bibbia dei Villani, un libro che egli stesso ha più volte rappresentato in teatro. È una Bibbia “povera”: un volume dedicato ai contadini, ai piccoli mercanti e agli artigiani. Al suo interno è riportato un racconto intitolato “La presunzione del maiale”, appunto. Questo racconto narra la storia di un porco che, al cospetto del Signore, chiede di avere le ali per poter volare assieme alla sua femmina. Il Padreterno, fiero della sua creazione, gliele concede, facendosi però gioco di lui e incollandogliele con della cera. Il maiale, sporco, maleodorante ma felice, parte nei cieli di notte con addosso la sua amata e, dopo un bellissimo volo, giunge in Paradiso. Lì, però, il Signore s’indispettisce per l’intrusione e lo fa espellere, lasciandolo precipitare. Per fortuna, il maiale e la sua femmina cadono su un mucchio di letame e si salvano, ma i loro nasi rimangono schiacciati… e da allora in poi, lo saranno per sempre, anche per tutta la sua progenie.



Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Accesso rapido