Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Project Manager: una professione chiave per uscire dalla crisi

Il Project Management è la disciplina ideale per facilitare la ripresa socio-economica italiana, grazie alla sua applicabilità in ambiti organizzativi diversificati
di Fabrizio Scatena
Fabrizio Scatena è consulente aziendale e si occupa di marketing, sales management, servizi editoriali per la comunicazione d’impresa e formazione professionale. Laureato in Sociologia, ha conseguito un Master in Marketing, Comunicazione Web e Nuovi Media ed un programma accreditato in Project Management.
Venerdì 19 ottobre in occasione di PLUS Italia 2012 – Professionisti uniti per lo sviluppo dell'Italia, evento organizzato dal CoLAP (Coordinamento Libere Associazioni Professionali), anche l'ISIPM (Istituto Italiano di Project Management) era presente con i suoi rappresentanti.

Per l'occasione l'Istituto ha organizzato il seminario “Il ruolo del Project Manager per contribuire alla ripresa socio-economica italiana”.

Il seminario aperto a Project Manager, e persone curiose di conoscere una professione molto affermata e stimata all'estero (specialmente nell'area anglosassone), ha permesso di capire i concetti base della disciplina, le potenzialità applicative del Project Management, e la “strada” da intraprendere per esercitare una professione in espansione.

Dopo l'apertura dell' Arch. Eugenio Rambaldi, Presidente dell'ISIPM e PM di comprovata esperienza internazionale, l'Ing. Claudia Del Vecchio ha approfondito argomenti relativi a:
 
• Progetto e Project Management 
• Gli stakeholder di progetto 
• Il ruolo del Project Manager (PM) 
• Conoscenze/competenze del PM 

La seconda parte del seminario è stata condotta dall'Ing. Marco Arcuri che ha spiegato quale dev'essere la “rotta” per diventare un PM.
In particolare:
• Come qualificare le proprie conoscenze di PM
• Lo stato dell'arte delle certificazioni di PM
• La certificazione ISIPM-base
• Criteri di professionalizzazione definiti per il progetto
• Elenco delle associazioni professionali
Il ruolo del Project Manager assume infatti una valenza tattica molto preziosa per uscire dal declino che il nostro Paese vive.

Grazie alle sue conoscenze, capacità professionali e personali, all'utilizzo di metodi, tecniche e strumenti, il PM può gestire progetti complessi facilitandone il successo.

E in Italia, dove c'è carenza di funzionalità a livello micro e macro sistemico, è necessario poter contare su persone capaci di “mettere mano” a situazioni critiche, per gestirle con efficacia e autorevolezza.

Essere oggi Project Manager in Italia significa mettersi al servizio delle organizzazioni per uscire dalla crisi, prima di tutto socio-economica, ma anche etica; elemento di notevole rilevanza in ogni professione.


Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido