Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Lavori online, le opportunità per aziende e freelance

Che Internet potesse rivoluzionare molte cose era opinione comune e il sito Freelancer.com ne è una lampante dimostrazione. I suoi dati permettono anche di capire in quale direzione è più promettente muoversi per cercare lavoro
di Nicodemo Angì
Il mercato è il luogo nel quale domanda e offerta si incontrano? Se questa definizione è pregante allora il Web è il mercato all'ennesima potenza, perché Internet è un marketplace grande quanto il mondo!
La definizione può sembrare iperbolica ma non lo è poi così tanto perché, grazie ai satelliti, al giorno d'oggi ci si può connettere anche in luoghi, come l'alto mare o il deserto, nei quali né l'ADSL né le reti cellulari possono arrivare.
Il mercato globale (nel senso che copre quasi l'intera superficie terrestre) interessa ovviamente anche il lavoro, anche se con qualche limitazione: non sarebbe molto pratico per un sudafricano comprare, ad esempio, i babà da un pasticciere napoletano...
Escludendo i lavori che producono oggetti rimangono comunque tutte le attività che producono testi, grafica, software, traduzioni e così via: volendo contarle si arriverebbe alle centinaia e alle migliaia.
Partendo da questo assunto si capisce bene il senso del sito Freelancer.com, un “luogo” dove quelli che offrono lavoro si incontrano con quelli che il lavoro lo cercano.

Offro, cerco lavoro
Non si tratta di assunzioni – il nome Freelancer vorrà dir qualcosa – ma di “incontri” destinati a concludere un progetto, che può essere un logo aziendale, una sessione di data entry, la traduzione di un manuale tecnico e così via. È chiaro che dopo essersi conosciuti (anche se virtualmente) e piaciuti professionalmente il rapporto di lavoro potrà diventare più consistente ma l'orizzonte è quello del portare a termine un progetto.
Il progetto Freelancer prevede una sorta di asta alla quale partecipare per svolgere un progetto pubblicato da un'azienda, con quest'ultima che fissa le attività richieste e il tipo e l'entità del compenso.
Appare chiaro che in questo modo c'è una battaglia sui costi che avvantaggia il committente – le piccole e medie aziende potrebbero trarne parecchi vantaggi – e procura occasioni di lavoro ai freelance.
Questi incroci sono migliaia e permettono allo staff del sito di produrre report sulle tendenze delle richieste di lavoro.
Nell'ultima di queste ricerche, reperibile nella sezione Press sel sito Freelancer.com, compaiono dati molto interessanti, quali una certa stagnazione – nel terzo trimestre dell'anno - dei progetti connessi a iOS (il sistema operativo dei device mobili di Apple) ed un parallelo aumento delle richieste che riguardano Android, che appare sulla cresta dell'onda. Intendiamoci, il + 8 % per iOS è sempre un buon risultato ma sfigura al confronto con le tumultuose crescite precedenti e viene letto come il riflesso sia della tiepida accoglienza dell'iPhone 5, che ha sofferto per l'iniziale insoddisfazione verso Maps fatto in casa da Apple, sia per l'attesa di iOS6.
Il robottino verde di Android ha invece di che esultare, dato che i lavori che lo riguardano sono saliti del 16 % nello stesso periodo, un incremento che viene attributo al successo del super-smarphone Samsung Galaxy III e al rilascio di Android 4.1 Jelly Bean.
Fra i due attori principali del mercato si apre uno spazio per Windows 8 e la sua promessa di unificare le interfacce di telefoni, notebook/desktop e tablet: il suo successo potrebbe risollevare le sorti di Microsoft e aprire nuove prospettive di lavoro per gli sviluppatori.

Tecnici, correttori e grafici
Nel report c'è una tabella che elenca i lavori in maggiore crescita, con il primo posto che spetta (e svetta: + 145 %) al copy typing e alle traduzioni, viste come segno del passaggio dal documento cartaceo a quello elettronico.
Sempre effervescente il settore del Web, con i lavori in HTML5 cresciuti del 44 % e quelli in jQuery, la libreria di Java molto usata dai siti interattivi, saliti del 32 per cento. Anche lo sviluppo di Wordpress, la conosciuta piattaforma di gestione dei contenuti online, prosegue baldanzoso (+ 27 %) mentre i progetti per sviluppo PHP e CSS salgono entrambi del 19 %, piazzandosi al decimo e undicesimo posto della classifica dei lavori che si sviluppano di più.
I lavori legati a eBay segnano un bel + 41 % (il popolare sito di aste ha annunciato una serie di cambiamenti la cui funzione è sia estetica sia funzionale, dato che lo renderanno più mobile e social network friendly). A proposito, i progetti relativi a Facebook crescono dell'11 % grazie alla azioni di rassicurazione di Mark Zuckerberg. 
In mezzo a questi lavori molto tecnici c'è il 6° posto (+ 26 %) della correzione delle bozze, il 7° della creazione di interfacce utente e l'8° ed il 9° di due specialità del design: la grafica e la creazione di logo.
Scorrere la classifica può dare quindi spunti a tutti. Il piccolo imprenditore che vuole diversificare o aprire un'attività ha una sorta di ricerca già pronta e il freelance può avere uno sguardo d'insieme sui settori lavorativi più promettenti.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:



A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

SE UN IMPIEGATO APRE UN E-SHOP, MEGLIO L'APPOGGIO DI UN COMMERCIALISTA

BIT 2012

La Borsa internazionale del Turismo riapre i battenti con tante importanti novità
Accesso rapido