Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Un Questionario di gradimento in 12 mosse

Ti spieghiamo come utilizzare il foglio di calcolo più famoso al mondo per raccogliere e analizzare i pareri degli utenti circa un servizio o un prodotto della tua azienda
di Redazione PMI-Dome
In diverse occasioni può presentarsi la necessità di dover raccogliere dati ed elaborarli. Quiz, esami, customer satisfaction rappresentano solo alcuni esempi. In tali situazioni, può tornare molto utile utilizzare il foglio di calcolo per “raccogliere” le risposte dell’utente e successivamente elaborarle in graficie e tabelle riassuntive. Si tratta di modelli molto utili soprattutto per i responsabili del marketing, che potranno elaborare i dati in digitale e mantenere copia in un archivio, sempre utile per effettuare statistiche ed analisi dettagliate sulle risposte. A fine lavoro, si potranno realizzare alcuni grafici, in modo da avere un visione chiara ed esauriente dei risultati (ad esempio le domande che hanno ricevuto il maggiore gradimento). Gli elaborati prodotti potranno essere successivamente stampati o semplicemente lasciati in formato digitale, per essere consultabili in qualsiasi momento. Nel tutorial sarà preso ad esempio un questionario relativo al gradimento di un evento: i campi, comunque, potranno essere facilmente personalizzati in modo da adattare il modello a qualsiasi altra situazione. Nella prima parte del questionario saranno predisposti una serie di campi che serviranno a raccogliere i dati anagrafici di chi compila il modulo. Più in basso, troveranno posto alcune domande alle quale l’utente dovrà rispondere esprimendo il proprio voto di gradimento.

1. Testo introduttivo
Sul primo foglio, uniamo alcune celle del primo rigo in modo da poter inserire un  titolo. Più in basso prevediamo del testo che spiega lo scopo del questionario: per inserirlo, dalla scheda Inserisci scegliamo lo strumento Casella di Testo. Con lo strumento selezionato, tracciamo la casella e scriviamo il testo al suo interno.

2. Dati anagrafici
Predisponiamo i campi che serviranno per la compilazione dei dati anagrafici. Uniamo, quindi, alcune celle in modo da avere più spazio per poter predisporre al meglio le caselle in cui l’utente dovrà esprimere il voto. Utilizzando ancora una casella di testo possiamo inserire una legenda riepilogativa.

3. Inseriamo le domande
Il passaggio successivo da compiere è l’inserimento delle domande. Per dare maggiore enfasi, utilizziamo dimensioni di font appropriate e l’apposizione di bordi e sfondi colorati sulle caselle in cui dovranno essere inseriti i voti. In tal modo l’utente avrà ben chiara la posizione compilabile evitando errori.

4. Convalidiamo i dati
Naturalmente occorre far in modo che nella cella del voto venga inserito un valore corretto e coerente con quanto indicato nella legenda. Per tale ragione si ricorre allo strumento di convalida dei dati di Excel. Selezionare la cella e quindi cliccare su Dati nella barra dei menu, poi scegliere Convalida dati.

5. Definiamo il range
Nella finestra che si apre, definiamo i valori che è consentito inserire. Nella scheda Impostazioni bisogna scegliere la voce Numero intero dalla casella di selezione multipla Consenti. Nella casella Dati lasciamo l’opzione tra e più in basso, inseriamo valore minimo pari a 1 e valore massimo pari a 5.

6. Risposta forzata
Per terminare con la convalida, deselezioniamo la casella Ignora celle vuote in modo da assicurarci che non sia consentito lasciare vuota la cella, “forzando” così, chi compila il questionario, ad esprimere comunque un giudizio. A questo punto, non resta che fare clic su OK per terminare.

7. Messaggio di aiuto
Per aiutare l’utente nella compilazione, possiamo  definire un messaggio di input, visibile solo quando si seleziona la cella. Aprire la finestra Convalida dati e selezionare la scheda Messaggio di input. Impostare, quindi, il titolo e il testo del messaggio da visualizzare e scegliere OK per terminare.

8. Messaggio di errore
Inseriamo un messaggio di errore da visualizzare qualora venga inserito un valore non corretto nella cella. Nella scheda Messaggio di errore occorre scegliere Interruzione dalla casella Stile, quindi, impostare un titolo ed il testo del messaggio che ricordi all’utente i valori ammessi.

9. Proseguiamo
A questo punto possiamo proseguire con l’inserimento delle successive domande, andando di volta in volta a definire le regole di convalida ed i messaggi di input e di errore. Come annunciato, le domande riguarderanno il gradimento di un evento ,tuttavia, sarà possibile personalizzarle secondo le proprie esigenze.

10. Tabella riepilogativa
Per organizzare la raccolta dei dati, duplichiamo il foglio tante volte quante sono le interviste che vogliamo raccogliere. In un foglio a parte andremo ad inserire una tabella riepilogativa dei risultati. Rinominiamo i fogli con nomi esplicativi così da poterli individuare con facilità.

11. Calcoliamo la somma
Nel foglio Tabella Grafico andiamo a calcolare la somma dei valori per ciascuna risposta. Per farlo, in corrispondenza della cella D5 inseriamo la seguente formula: =Utente1!G20+Utente2!G20+Utente3!G20. Duplichiamo la formula per effettuare la somma delle altre risposte, cambiando ovviamente i riferimenti.

12. A colpo d'occhio
Effettuata la creazione della tabella riepilogativa, possiamo realizzare una tabella che evidenzi il gradimento di ciascun aspetto. Selezioniamo la tabella dati C5:D9  e facciamo clic sulla scheda Inserisci e poi sul pulsante Istogramma in modo da avere immediatamente la costruzione del grafico.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido