Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Proteste contro Equitalia, si attende la riforma

Cobas Imprese e il movimento politico “Io Cambio” protestano davanti a Montecitorio contro Equitalia e chiedono il referendum abrogativo. Nel frattempo il Pdl ha in mente una riforma del fisco entro giugno
di Flavio Calcagno
Flavio Calcagno è junior project manager e si occupa principamente di project planning e opportunitĂ  di investimento. Laureato in Scienze Politiche e specializzato in Governo dell’Unione Europea e Politica Internazionale è da sempre affascinato dal mondo dell’editoria e dell’informazione digitale. Scrive per conto di diverse realtĂ  in ambito sociale e imprenditoriale. 
Che gli imprenditori fossero in una situazione critica è un dato di fatto, ma che rimanessero letteralmente “in mutande” forse qualcuno ancora non se lo aspettava. Eppure è successo nel vero senso della parola davanti a Montecitorio, dove, per protestare contro Equitalia e il fisco che li ha ridotti in quello stato, un gruppo di imprenditori si è presentato alla stampa  senza pantaloni, sottolineando così in maniera inequivocabile la condizione in cui sono costretti a vivere.

Cobas Imprese e il movimento politico “Io Cambio”, riuniti davanti a Montecitorio, hanno chiesto l’immediato commissariamento di Equitalia e illustrato gli esatti termini del referendum abrogativo presentato in Cassazione. Il segretario nazionale di “Io cambio”, Angelo Alessandri, ha invitato il governo a intervenire tempestivamente per “scongiurare suicidi ed altri tragici episodi come quelli verificatisi in questi ultimi mesi”. "Ci sono stati dei morti e non è piĂą possibile far finta di niente” ha proseguito, sostenendo che Equitalia “è stata una vera e propria iattura per i contribuenti”, con azioni vessatorie e sconsiderate che andrebbero bloccate una volta per tutte prima con il suo commissariamento e poi chiedendo agli italiani di votarne l’abolizione con il referendum.  â€śQuesto palazzo – ha concluso Alessandri indicando uno dei due rami del Parlamento - non è piĂą in grado di capire l’urgenza e ancora perde tempo sulla legge elettorale”. 

Nel frattempo in “quel palazzo”, il Pdl ha annunciato la riforma di Equitalia, riforma che, il presidente della commissione Finanze della Camera Daniele Capezzone,  ha illustrato a Radio anch’io: “è una norma di civiltĂ  fiscale e di rispetto per il cittadino-contribuente”, sostenendo che  â€śun conto è la giusta lotta alla vera evasione, altro conto è l’inaccettabile tendenza a mettere in ginocchio famiglie e imprese che non ce la fanno”. 

In attesa del parere della Suprema Corte sul referendum abrogativo dunque, la linea del governo è quella di rendere il fisco italiano meno ostile al contribuente. 

Condividi

Commenti
2Commenti

eliminazione di tutte le cartelle esattoriali

per rilanciare le piccole inprese che sono indebitate col fisco bisogna rottamare tutte le cartelle esattoriali di inps inail iva ici tarsu ecc.ecc. pagando un 20. 25 per cento tolte le more sanzioni e interessi cosi riparte l economia e lo stato fa cassaiutando milioni di italiani in difficoltĂ 

Inviato da michele

EQUITALIA

SANATORIA PER TUTTE LE CARTELLE EQUITALIA AL 30% DELLA SORTE CAPITALE SENZA INTERESSI E SANZIONI. LO STATO E L'INPS- LADRONI!!!- HANNO GIA INCASSATO CON IL SISTEMA ESTORSIVO ED USURAIO TUTT'ORA PRATICATO E MANDATO AVANTI DAL QUEL DELIQUENTE PATENTATO IL CUI NOME E' ATTILIO BEFERA - GRANDE EVASORE E FURBETTO, VEDI DIRITTO ABITATIVO DELLA PROPRIA ABITAZIONE CHE QUINDI E', GUARDA CASO, IMPIGNORABILE- E CONTEMPORANEAMENTE RIFORMA CAPEZZONE.

Inviato da GIUSEPPE PIRAINO

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido