Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Riccometro: ecco le principali novitĂ 

In fase di approvazione il “riccometro”, il nuovo strumento  di misurazione della situazione economica familiare in grado di stanare i “furbetti” dell’Isee
di Flavio Calcagno
Flavio Calcagno è junior project manager e si occupa principamente di project planning e opportunitĂ  di investimento. Laureato in Scienze Politiche e specializzato in Governo dell’Unione Europea e Politica Internazionale è da sempre affascinato dal mondo dell’editoria e dell’informazione digitale. Scrive per conto di diverse realtĂ  in ambito sociale e imprenditoriale. 
Il Riccometro è pronto a stanare i “furbetti” dell’Isee. Il nuovo strumento, che serve per misurare la situazione economica familiare e per dare il via libera all’eventuale accesso a prestazioni sociali, ha iniziato l’iter di approvazione e sarà utilizzato per individuare i ladri di Welfare, ovvero coloro che pur non avendone i requisiti, beneficiano di agevolazioni, sconti, innalzamenti in graduatoria, sottraendo tali diritti a coloro che invece ne hanno bisogno.

Il Riccometro sarĂ  in parte frutto di autocertificazione, ma per le parti piĂą importanti, quali informazioni fiscali e previdenziali, verrĂ  avviato un incrocio di banche dati delle amministrazioni grazie al quale non potranno piĂą essere falsate le comunicazioni fiscali, nĂ© quelle sulle prestazioni ricevute dall’Inps. Inoltre, non sarĂ  preso come modello di riferimento l’ultima dichiarazione dei redditi, giudicata non pienamente attendibile, bensì un indicatore “corrente" riferito a tempi piĂą ravvicinati e quindi piĂą rispondente alla realtĂ  economica del dichiarante, in virtĂą del fatto che la crisi economica può far peggiorare rapidamente la condizione finanziaria dei cittadini. 

Uno dei capisaldi su cui si fonda la proposta è l’adozione di una definizione ampia di reddito in cui vengono incluse, oltre al reddito Irpef, tutte le entrate tassate con regimi sostitutivi o a titolo d’imposta e tutti i redditi esenti. Nel nuovo Isee sono previsti importanti abbattimenti del reddito quali una quota dei redditi da lavoro dipendente, per tenere conto dei costi di produzione del reddito stesso, e delle pensioni, per tenere conto di situazioni di povertà soprattutto legate ai percettori di assegni sociali e trattamenti di integrazione al minimo.

Altro punto importante riguarda i costi dell’abitare, che vengono considerati in modo simmetrico per i nuclei proprietari della casa in cui abitano e per coloro che devono pagare un affitto, attraverso una riduzione della componente reddituale (si considererà patrimonio solo il valore della casa che eccede il valore del mutuo ancora in essere).

Anche la cosiddetta “scala di equivalenza”, il parametro per confrontare le famiglie “con numerosità diverse”, subisce ritocchi, con il riconoscimento di alcune importanti maggiorazioni. In particolare - come ha spiegato il ministro del Lavoro Enrico Giovannini - per tenere in considerazione i figli successivi al secondo, la scala viene maggiorata di un ammontare crescente al crescere del numero dei figli, da tre in poi.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido