Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Partita Iva per gli impianti fotovoltaici

La sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Europea della causa C-219/12 del 20 giugno ha stabilito che il privato che cede energia elettrica attraverso un impianto fotovoltaico costituisce attività economica e che per questo può richiedere la detrazione dell’Iva.
di Giovanni Garro
1970. Esperto in tecnologie e consulente informatico. Collabora con diverse testate giornalistiche e siti internet nel settore IT, prima tra tutte Edizioni Master (Win Magazine, Quale Computer, Computer Di Più, Idea Web, Corso Avanzato per Mac e iPhone, App Magazine, Le Mie App).
Obbligo di partita iva per i privati che cedono energia elettrica! Il tutto è nato dal fatto che un cittadino austriaco si è visto rifiutare dal Fisco il rimborso dell’Iva per l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione. Nel caso specifico l’energia era prodotta in quantità inferiori alle reali esigenze del proprietario e veniva immessa direttamente nella rete del gestore. L’amministrazione finanziaria austriaca si era opposta chiedendo il pagamento dell’Iva perché il caso specifico non poteva essere considerato attività economica.

Secondo il Diritto austriacoÈ imprenditore chi esercita un’attività economica o professionale in maniera indipendente. L’impresa comprende l’intera attività economica o professionale dell’imprenditore. È commerciale o professionale ogni attività permanente finalizzata a produrre redditi, anche se manca l’intenzione di realizzare utili, e, nel caso di un’associazione di persone, anche se quest’ultima agisce solo nei confronti dei suoi membri.

Così il cittadino austriaco ha fatto ricorso contro il Fisco chiedendo che gli fosse riconosciuto il diritto di poter detrarre l’Iva sull’impianto. La Commissione Tributaria gli ha dato ragione riconoscendogli un credito d’imposta pari a 6.309,29 euro, ma il Fisco si è opposto sottoponendo il caso alla Corte di Giustizia Europea. La questione pregiudiziale sottoposta alla Corte è stata la seguente: “Se la gestione di un impianto fotovoltaico collegato in rete senza una capacità d’immagazzinamento autonoma, installato sopra o [in prossimità di] un edificio privato ad uso abitativo e tecnicamente strutturato in modo tale che la quantità di energia elettrica prodotta dall’impianto risulti costantemente inferiore alla quantità complessiva di energia elettrica consumata privatamente dal gestore dell’impianto per le proprie esigenze domestiche, integri un’"attività economica" del gestore dell’impianto ai sensi dell’articolo 4 della [sesta direttiva]”.

Il giudice ha confermato le ragioni del cittadino austriaco sentenziando che “lo sfruttamento di un impianto fotovoltaico installato sopra o nelle vicinanze di un edificio ad uso abitativo e strutturato in modo tale che la quantità di energia elettrica prodotta, da un lato, sia costantemente inferiore alla quantità complessiva di energia elettrica consumata per uso privato dal gestore dell’impianto e, dall’altro, sia ceduta in rete a fronte di un corrispettivo, con la realizzazione di introiti aventi carattere di stabilità, rientra nella nozione di «attività economiche»”.

In altre parole, indipendentemente dal fatto se l’energia immessa sia inferiore o superiore alle esigenze abitative, viene considerata attività economica perché, visto che lo sfruttamento di tale impianto fotovoltaico è di lunga durata, la remunerazione percepita dal gestore di detto impianto ha carattere di stabilità, e per tanto rientra nelle attività economiche. Quindi è nel diritto di chi realizza l’impianto chiedere la detrazione delle imposte sui costi sostenuti.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Accesso rapido