Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Il 30 giugno scade il termine per usufruire delle ferie maturate nel 2011!

Ancora una settimana di tempo per usufruire delle ferie maturate nel 2012 altrimenti il datore di lavoro può incorrere in sanzioni pecuniarie fino a 4500 euro
di Giovanni Garro
Secondo la legge, ogni lavoratore ha diritto a 4 settimane di ferie pagate l'anno. Sono un diritto sacrosanto di ogni dipendente che ha anche quello di poter chiedere di usufruire di due settimane continuative. La legge prevede inoltre l’obbligo che almeno due settimane di ferie siano godute durante l’anno. I giorni restanti di cui non si è potuto usufruire per qualsiasi motivo possono anche essere usufruiti successivamente. 

I decreti legislativi n.66 del 2003 e n.213 del 2004 prevedono però che sia obbligo del datore di lavoro far sì che le ferie maturate e non godute siano comunque prese dal dipendente entro 18 mesi dalla fine dell’anno in cui sono state maturate. Di conseguenza, il prossimo 30 giugno scade il termine ultimo per usufruire delle ferie maturate nel 2011.

Nel caso il datore di lavoro non riconoscesse questo diritto al dipendente, va incontro a una multa che è compresa tra i 100 e i 600 euro. La sanzione aumenta e va da 400 a 1500 euro nel caso si riferisce a più di 5 dipendenti o si è protratta per almeno 2 anni. Se riguarda più di 10 lavoratori o si è protratta per almeno 4 anni, la sanzione va da un minimo di 800 a un massimo di 4500 euro.

Non è purtroppo prevista per il dipendente alcuna indennità nel caso non usufruisca delle ferie dovute, a meno che non si sia interrotto il rapporto di lavoro per licenziamento, dimissioni o termine del contratto a tempo determinato. Nel settore pubblico, per i contratti terminati dal 7 luglio 2012 in poi, non è prevista neanche questa possibilità e quindi non c’è alcun modo per monetizzare i giorni di ferie non goduti.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Accesso rapido