Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Tariffe in roaming: partono i tagli!

Dal 1 luglio sono entrati in vigore i nuovi tetti per chiamare e scaricare dati in roaming stabiliti dall’Unione Europea per tutti coloro che si trovano a viaggiare in uno dei Paesi membri
di Giovanni Garro
1970. Esperto in tecnologie e consulente informatico. Collabora con diverse testate giornalistiche e siti internet nel settore IT, prima tra tutte Edizioni Master (Win Magazine, Quale Computer, Computer Di PiĂą, Idea Web, Corso Avanzato per Mac e iPhone, App Magazine, Le Mie App).
Finalmente ci si potrà spostare all’interno dell’UE e continuare a usare il proprio telefonino (sia per chiamare sia per navigare) senza correre il rischio di vedersi addebitati costi astronomici. Al primo taglio entrato in vigore il 1 luglio 2012, segue quindi quello di ieri che prevede un costo massimo di 24 cent/min per le chiamate in uscita, 7 cent/min per quelle in entrata, 8 cent per ogni SMS e 45 cent/MB per traffico dati.

Il 1 luglio 2014 il tetto massimo sarĂ  ulteriormente abbassato per la terza e ultima volta. Tali obblighi valgono solo all’interno della ComunitĂ  Europea e naturalmente i vari operatori sono ben liberi di praticare prezzi piĂą bassi, a tutto vantaggio dei loro clienti. 

E proprio in considerazione dei nuovi parametri imposti dall’UE che sono state resi disponibili nuovi piani tariffari che spesso estendono l’offerta anche a Paesi non facenti parte della Comunità Europea. Tim, ad esempio, propone il piano In Viaggio Full che offre chiamate a 16 cent/min e 25 MB al giorno al costo di € 3 sia in Europa che in USA.

Vodafone, invece, è particolarmente conveniente anche in quei Paesi europei che non fanno parte della UE. Con soli 3 euro al giorno, sottoscrivendo l’offerta Smart Passport, si hanno 50 minuti di chiamate, 50 SMS e navigazione senza limiti (la velocità è ridotta raggiunta la soglia di 500 MB).

Wind, invece, offre ai suoi clienti All Inclusive Usa & Europa che con 2 euro al giorno include 30 minuti di chiamate, 30 SMS e 30 MB di traffico dati. 

Queste sono solo alcuni esempi: per maggiori dettagli consultare i siti dei vari operatori. Quello che si evince è comunque come siano radicalmente cambiati i costi in roaming: prima dell’entrata in vigore delle nuove norme europee, un solo minuto di chiamate costava più di un euro, per non parlare del traffico dati.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido