Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Consumi: 47 miliardi in meno dall'inizio della crisi

Confesercenti lancia l'allarme: lo stile di vita degli italiani è cambiato
Redazione PMI-dome
"Durante la crisi dei consumi, la spesa degli italiani non si è solo ridotta, ma è cambiata," si legge in uno studio sugli effetti che la crisi ha avuto sui consumi, pubblicato da Confesercenti. 

"La complessiva contrazione dei consumi registrata in Italia tra il 2007 e il 2012 (-5,4%, circa 47 miliardi in meno) si è infatti accompagnata ad un cambiamento permanente dei comportamenti di spesa," si legge a seguire. "Una quota sempre maggiore dei consumi si è indirizzata verso le spese obbligate, dalle bollette a quelle per la casa, cresciute nel periodo di oltre 4,6 miliardi (+2,6%). Ma gli italiani hanno speso di più anche per la sanità, la comunicazione, la ricreazione e la cultura. Calano invece le spese per istruzione, mobilità, vestiario e persino per i generi alimentari. Stretti dal calo del potere d’acquisto, gli italiani hanno tagliato alcune spese più di altre, soprattutto quelle tradizionalmente più legate allo stile di vita ‘italiano’, dai motori alla moda e alla buona tavola."

E inoltre: "l’aumento dell’IVA è stato un autogol anche per l’erario: dal varo del primo di incremento di aliquota dal 20 al 21% – nell’ottobre 2011 – il gettito dell’imposta è diminuito continuamente." I risultati dello studio sono consultabili per esteso a questo indirizzo




Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido