Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Acquisti online: l'Antitrust multa 6 società

Tra queste anche Alitalia, Ryanair ed eBay
Redazione PMI-dome

L'Antitrust ha comminato multe per quasi 1,7 milioni di euro a sei società, dopo le numerosissime denunce di utenti che si sono ritrovati a loro insaputa abbonati a un sito chiamato "Acquisti e risparmi", per un costo mensile di 12 euro (che vengono prelevati automaticamente dalla carta di credito), con la promessa di buoni sconto sugli acquisti compiuti su diverse piattaforme online, appartenenti ad aziende importanti. 

Le società multate sono Ryanair, Alitalia, Airone, eBay, Ticket One ed eDreams, che ricevono dei corrispettivi dalla piattaforma Webloyalty per ogni pagina visitata e, eBay esclusa, per ogni abbonamento sottoscritto. Webloyalty offre questo servizio in una maniera che è stata giudicata scorretta e non trasparente dall'Antitrust, da cui le multe. 


Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

SE UN IMPIEGATO APRE UN E-SHOP, MEGLIO L'APPOGGIO DI UN COMMERCIALISTA


Accesso rapido