Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Start-up: sbocco occupazionale per i neolaureati italiani

Ben 110 milioni di euro sono stati investiti nel 2013
Redazione PMI-dome
Stando a una infografica realizzata dalla FacoltĂ  di Economia dell’UniversitĂ  Unicusano (e che trovate piĂą in basso nella pagina), la creazione di start-up rappresenta nel nostro paese un diffuso sblocco di occupazione, per un numero sempre crescente di neolaureati. I settori piĂą gettonati sono Web (49%), ICT (21%) e servizi (19%).

L'infografica mostra anche tutte le fasi di creazione di una start-up, rimarcando quelli che sono gli aspetti fondamentali per portare a buon fine il progetto, in particolar modo le agevolazioni fiscali del Governo. Si legge infatti nel rapporto: "Se le piccole e medie imprese italiane perdono ogni anno migliaia di posti di lavoro e faticano a restare a galla perchĂ© schiacciate da una burocrazia contorta e da una pressione fiscale ai massimi storici, le start-up possono usufruire dei vantaggi fiscali previsti dal decreto Sviluppo Bis del Governo Monti. Non solo: pur rappresentando circa il 2% dell’universo produttivo italiano, le start-up creano piĂą occupazione delle imprese tradizionali per i giovani e in questo modo contribuiscono alla crescita economica." Stando alle statistiche, lo "strartupper" medio è laureato, trentenne, con esperienze precedenti di lavoro dipendente, e piĂą probabilmente residente al Nord (52%). 


Infografica Unicusano StartUp
Infografica a cura dell’universita’Unicusano

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Accesso rapido