Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Il regime IVA del Commercio Elettronico (parte II/II)

Un prezioso intervento a cura del Dott. Carmine Del Pesce per riassumere gli aspetti del Regime IVA nel Commercio Elettronico, per sua definizione internazionale e globale. Come comportarsi dunque con le problematiche fiscali?
di Carmine Del Pesce - Il Commercialista Telematico
<< prosegue da

Il commercio elettronico diretto

Il D.Lgs. 1° agosto 2003 n.273, in attuazione della Direttiva UE 2002/38/CE, ha modificato il regime IVA delle prestazioni di servizi concluse tramite mezzi elettronici (commercio online). Il nuovo regime, tuttavia, non è definitivo ma avrà la durata di soli tre anni fino al 30 giugno 2006.

Le cessioni di beni virtuali (software, musica, immagini ecc.) realizzano, ai fini IVA, sempre e, comunque, delle prestazioni di servizio. Da scaturisce che:

  • la prestazione si considera effettuata all'atto del pagamento del corrispettivo ovvero, se anteriore, a quello della emissione della fattura; risulta del tutto irrilevante sia la data di conclusione del relativo contratto sia la data della prestazione o dell'ultimazione della prestazione;
  • tali operazioni internazionali sono irrilevanti agli effetti doganali; quindi, il fornitore non dovrà porre in essere alcun adempimento doganale per queste operazioni.

Le operazioni interessate alle regole del commercio elettronico diretto, sono le seguenti:

  1. fornitura di siti web e web-hosting, gestione a distanza di programmi e attrezzature;
  2. fornitura di software e relativo aggiornamento;
  3. fornitura di immagini, testi e informazioni e messa a disposizione di basi di dati,
  4. fornitura di musica, film, giochi, compresi i giochi di sorte o d'azzardo, programmi o manifestazioni politici, culturali, artistici, sportivi, scientifici o di intrattenimento;
  5. fornitura di prestazioni di insegnamento a distanza.

Nel seguente quadro sinottico è indicato il regime IVA in base allo status del cedente e del cessionario e al luogo di effettivo utilizzo della prestazione:

PRESTATORE

COMMITTENTE

LUOGO DI UTILIZZAZIONE

REGIME IVA

NOTA

Soggetto economico Italia

Soggetto economico UE

UE

Paese del committente

1

Extra UE

Fuori campo IVA

1

Privato UE

UE

Imponibile Italia

2

Extra UE

Fuori campo IVA

3

Soggetto extra UE

Irrilevante

Fuori campo IVA

3

Soggetto economico UE

Soggetto economico Italia

UE

Imponibile Italia

4

Extra UE

Fuori campo IVA

5

Privato Italia

UE

Paese del prestatore

6

Extra UE

Fuori campo IVA

3

Soggetto economico extra UE

Soggetto economico Italia

UE

Imponibile Italia

7

Extra UE

Fuori campo IVA

5

Privato Italia

Irrilevante

Imponibile Italia

8

Nota 1
L'operazione è esclusa dal campo di applicazione dell’IVA ai sensi dell’art. 7, c.4, lett. d) del DPR 633/72; non vi è obbligo di emissione della fattura.

Nota 2
L’operazione è imponibile IVA in Italia, con obbligo di emissione della fattura.

Nota 3
L'operazione è esclusa dal campo di applicazione del tributo ai sensi dell’art. 7, c.4, del DPR 633/72; non vi è obbligo di emissione della fattura.

Nota 4
L'operazione è imponibile in Italia; è obbligatoria l’emissione di autofattura ai sensi dell’art. 17, c.3 del DPR 633/72, anche se il prestatore ha nominato un rappresentante fiscale oppure si è identificato direttamente ai sensi dell'art. 35-ter del DPR 633/72.

Nota 5
L’operazione è esclusa dal campo IVA e, quindi, non è richiesto l’emissione di autofattura.

Nota 6
L'operazione è imponibile nel Paese del fornitore che provvederà ad emettere la fattura secondo le disposizioni di legge dello Stato di sua residenza.

Nota 7
L'operazione è imponibile in Italia; è necessaria l’emissione di autofattura ai sensi dell’art. 17, c.3 del DPR 633/72, anche se il fornitore ha nominato un rappresentante fiscale oppure si è identificato direttamente ai sensi dell'art. 35-ter del DPR 633/72.

Nota 8
Se il committente è residente in Italia, l’operazione è imponibile in Italia; se il fornitore non ha una stabile organizzazione in Italia o non ha nominato un rappresentante fiscale, è necessario che di identifichi direttamente in Italia o in un altro Paese aderente all’UE.

Per l’identificazione in Italia, per operazioni poste in essere o meno con clienti finali nazionali, l’art. 74-quinquies del DPR 633/72 prevede un “regime speciale”.
In particolare il prestatore extracomunitario:
1) deve identificarsi nello Stato membro dove inizia l'attività di vendita a privati comunitari;
2) deve emettere fattura con addebito dell'IVA applicabile nei singoli Stati membri secondo l'aliquota ordinaria vigente nello Stato membro di residenza del cliente finale;
3) deve conservare per 10 anni i documenti e i dati informatici relativi alle operazioni di vendita a privati;
4) deve presentare trimestralmente una dichiarazione allo Stato membro ove è identificato, riportando l'imposta riscossa distintamente per ciascun Stato membro;
5) deve versare in Euro l'imposta riscossa dai consumatori finali contestualmente alla dichiarazione;
6) può recuperare l'IVA pagata sugli acquisti chiedendo direttamente il rimborso allo Stato competente.

Gli Stati membri di identificazione devono riaccreditare agli Stati membri di consumo l'IVA riscossa di loro competenza e inviare agli stessi i dati desunti dalla dichiarazione periodica.

a cura di: Carmine Del Pesce


Il Commercialista Telematico, un utile servizio che uno staff qualificato fornisce a tutti quegli imprenditori che vogliano individuare online informazioni utili al mantenimento del proprio business. Oltre ad articoli di approfondimento e news che affrontano aspetti di natura fiscale e normativa, sono resi disponibili scadenzari e modulistica, oltre alla possibilità di richiedere una Consulenza online, così come di aderire - in qualità di utenti abbonati - a diverse vantaggiose Convenzioni.

Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:



Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

A Milano si riunisce Alfresco

Una visione dall'interno di tutto il sistema dell'azienda e le prospettive di sviluppo nei prossimi anni

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

SE UN IMPIEGATO APRE UN E-SHOP, MEGLIO L'APPOGGIO DI UN COMMERCIALISTA

Accesso rapido