Nome
Cognome
Email
Password
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.
Si No
Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.
Si No
FacebookTwitterRSS
PMI Dome

Mobileman, la nuova rete di comunicazione wireless

di Elena Morandi

Si chiama mobileman (mobile metropolitan ad hoc network) ed e' una nuova rete di comunicazione che non ha fili ed e' priva di infrastruttura. Si tratta di un progetto finanziato dalla Comunita' europea e coordinato dall'Istituto di informatica e telematica (Iit) del Cnr di Pisa. Per collegarsi saranno presto disponibili dispositivi grandi quanto un normale cellulare.

"Mobileman -spiega il Consiglio nazionale delle ricerche- e' formato solo da apparecchi mobili di nuova generazione (mobile devices-md) posseduti dagli utenti che, a loro volta, si trasformeranno in fornitori di servizi (rete) per gli altri. In pratica sara' possibile costruire una rete personale attraverso la quale creare la nostra comunita' virtuale di contatti, per esempio amici, familiari e colleghi, stampare documenti dalla stampante piu' vicina senza dover accedere alla rete, visualizzare e condividere gli appunti di un gruppo di lavoro, discutere e scambiare dati durante un seminario". 

Ma da dove? "Tutto questo potremo realizzarlo -sottolinea il Cnr- stando al parco, in spiaggia, in treno e in qualunque momento della giornata, poiche' mobileman permette di comunicare anche in assenza di una rete di comunicazione e integra diversi servizi, quali posta elettronica, condivisione di documenti, chat, forum e messaggi brevi, o anche la funzionalita' di agende elettroniche in un solo apparecchio md, facilmente trasportabile". 

Mobileman, infatti, e' auto-organizzata, per cui non ci sono fornitori del servizio e, assicura l'esperto del Cnr, "il pagamento di un prezzo". "Gli utenti -insiste- sono i fornitori stessi, pertanto i costi si riducono a quelli del solo apparecchio". "Il progetto -prosegue Conti- vede la partecipazione di istituzioni di Gran Bretagna, Francia e Finlandia e dell'Universita' di scienze applicate della Svizzera italiana ed e' ormai al termine".
"Per sperimentare le tecnologie messe a punto -aggiunge- sono state realizzate reti ad hoc multi-hop mobili tra le piu' grandi a livello mondiale, che possono avere applicazioni in campo civile, medico-diagnostico e ambientale". "Infine, per sviluppare la massa critica -conclude Conti- e' stato creato un laboratorio congiunto tra l'Iit-Cnr e il Dipartimento di ingegneria dell'informazione dell'Universita' di Pisa: il Pervasive computing and networking laboratory (Perlab)".


Condividi

Lascia un commento

Nome:

Mail:

Oggetto:

Commento:

CAPTCHA

Codice controllo:

I servizi di informazione di i-dome.com in Feed RSS

Perché equiparare la blogosfera con le testate giornalistiche tradizionali?

Si può fare del buon giornalismo anche senza alcuna tessera professionale, ma c’è chi afferma che nella blogosfera, c’è una netta prevalenza delle opinioni rispetto alle notizie. Riflessioni sul Fact-Checking e il Blog Power.

Come calcolare l'IMU

Due nuove aliquote e uno strumento per semplificare il calcolo

Pianificare le ferie con Excel

Perché aspettare l’ultimo momento per definire le vacanze in azienda? Grazie al foglio di calcolo, è facile realizzare il piano ferie e garantire, allo stesso tempo, la continuità delle attività

Accesso rapido