Consulenza legale e commerciale online: vantaggi

Aumenta la domanda di consulenze smart e a basso costo sul Web: mentre negli USA Google finanzia il progetto RocketLawyer, in Italia si fa avanti “laleggepertutti”, il primo network di avvocati e commercialisti rivolto sia alle famiglie che alle imprese.

businessman-working-with-documentation-desk-min

La profonda crisi che sta attraversando il comparto giustizia – tra esponenziali aumenti del contributo unificato e nuovi filtri alle impugnazioni – ha visto una contrazione della domanda di cause in tribunale, con conseguente crisi di una larga fetta di professionisti.

A fronte di ciò, si sta registrando un considerevole incremento della richiesta di consulenza legale online. Non è ormai un segreto – e i grossi studi associati lo sanno bene – quanto interesse susciti il controllo dell’intera offerta legale nazionale, considerata, da investitori nazionali ed esteri, un mercato ancora vergine.

Ed è chiaro che chi prima arriva, meglio alloggia: è una delle regole del Web.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Consulenza legale: il progetto di Google

google-1088003

Lo stesso Google si sta muovendo in questo settore già da diverso tempo.

Il colosso di Mountain View ha iniziato a finanziare il progetto RocketLawyer, un sistema online per intermediare la domanda di consulenza legale online, mettendo in contatto clienti con avvocati appartenenti al network per la fruizione di svariati servizi (tra cui, per esempio, la redazione di contratti personalizzati).

Solo negli Stati Uniti, oltre 15 milioni di aziende e consumatori hanno utilizzati gli strumenti di consulenza “fai da te” sul Web (contratti online, formulari, consigli per il business, ecc.): un mercato valutato ben 10 milioni di dollari l’anno.

Consulenza legale: gli errori dei professionisti

businessman-reading-contract-closeup-min

La consulenza “on demand”, per business e persone, si sta affacciando anche in Italia, per via del progressivo sgretolamento della figura del legale classico.

In un mercato che guarda sempre più al Web come risorsa di informazione, la clientela non cerca più il “legale di città” con il classico sistema del passaparola. Così, molti studi di avvocati e commercialisti hanno iniziato a dotarsi di siti vetrina, attraverso i quali propongono la vendita dei loro servizi.

A volte arrivano a spendere anche somme cospicue per l’indicizzazione (attraverso, per esempio, Google Adwords, o pagando profumatamente qualche esperto SEO). Ma chi ha già utilizzato questi terreni, al di là delle millanterie, sa bene quanto poco abbiano influito nell’aumento del proprio budget annuale.


Potrebbe interessarti: Tecnologie green: 7 buoni motivi per sceglierle

In realtà, il cliente giunge al professionista non perché ha digitato sul motore di ricerca la parola “studio legale” o “studio commercialistico”, ma perché sta cercando una risposta a una domanda. E, dopo averla trovata, ha deciso di incaricare il professionista che gliel’ha fornita in modo chiaro.

In definitiva, a premiare il professionista sul Web non è l’indicizzazione del sito ufficiale, ma i contenuti diffusi dal professionista medesimo.

Consulenza legale online: il caso italiano

focused-office-lady-in-glasses-using-tablet-while-two-mature-businessmen-discussing-work-behind-glass-wall-copy-space-communication-concept-min

Nel nostro Paese esistono diversi siti di informazione giuridica, alcuni dei quali particolarmente interessanti e completi. Ma quasi tutti (ad eccezione di quelli creati dalle associazioni di tutela del consumatore) si rivolgono ai professionisti e non ai cittadini. Dall’altro lato, come si diceva, i siti che forniscono consulenza sono siti vetrina e monopersonali.

Invece, da oltre un anno sta riscuotendo un successo notevole – e i numeri di accesso sul sito lo dimostrano – il primo network online tra professionisti in Italia, creato dall’associazione professionale “laleggepertutti” e che risponde all’indirizzo Internet www.laleggepertutti.it. 

Il portale riesce a realizzare due finalità ambiziose.

Da un lato fornisce informazione gratuita, quotidiana e aggiornata, rivolgendosi al cittadino con un linguaggio semplice e chiaro, con le sue due sezioni indirizzate alle famiglie e consumers (area People) e alle aziende (area Business).

Dall’altro lato, “laleggepertutti.it” fornisce consulenza sfruttando la prima rete di professionisti tra loro indipendenti e autonomi, ma aggregati dal Web e coordinati dall’associazione professionale. Si tratta, in gran parte, di avvocati e commercialisti, alcuni specializzati in settori specifici del diritto, altri invece più generici.

L’originalità di “laleggepertutti.it” sta nell’aver messo su, senza strutture e senza organizzazioni complesse, una rete di avvocati e commercialisti impegnati in consulenza on demand, generica e specialistica, dimostrando di saper cogliere, prima di tanti altri, le opportunità del nuovo mercato.

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica