Bonus 350 euro: a settembre la nuova piattaforma online

Ha suscitato molte polemiche nelle scorse settimane l’abolizione del Reddito di cittadinanza, ma l’INPS ha reso noto che i cittadini non saranno abbandonati a se stessi e infatti già dal prossimo mese sarà attiva la piattaforma online per fare domanda del bonus da 350€: ecco come funziona.

Bonus 350 euro: a settembre la nuova piattaforma online

Il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon in queste ore ha reso noto che sono già operative le misure che entreranno in vigore in sostituzione del Reddito di cittadinanza. Si tratta di circa 112 mila famiglie, che si sono viste tagliare improvvisamente il sussidio. Di queste circa il 40% risulta essere già iscritto ai percorsi formativi Gol.

Durigon nelle ultime ore ha rilasciato un’intervista al Tempo, dove ha fatto chiarezza sui prossimi provvedimenti annunciando l’avvio il prossimo 1° settembre della piattaforma online dove chi ha perso il diritto al Reddito di cittadinanza potrà fare richiesta dei nuovi bonus di supporto alla formazione e al lavoro.

Durigon ha colto l’occasione per lanciare una critica ai governi precedenti, affermando che da anni si attendeva l’arrivo di questa piattaforma (anche se di fatto c’è già da tempo):

Ne ho sentito parlare per anni ma non è mai arrivata.

Piattaforma online per bonus di supporto, in arrivo dal 1 settembre

Bonus 350 euro: a settembre la nuova piattaforma online

A determinare l’addio al Reddito di cittadinanza è stato il testo del decreto legge n. 48 del 4 maggio 2023 (decreto Lavoro), coordinato con la legge di conversione n. 85 del 3 luglio 2023, che ha anche stabilito quali sono le due misure che andranno a compensare la mancanza di questo sussidio:

-il Supporto per la formazione e il lavoro che a partire da settembre offrirà ai cittadini un bonus di 350 euro per massimo 12 mensilità;

l’Assegno di inclusione, che partirà a gennaio 2024.

Il testo, all’articolo 5, stabilisce l’avvio di un Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa, piattaforma che sarà attiva dal prossimo primo settembre e di fatto consentirà a cittadini e al governo di gestire i nuovi bonus e controllare sempre a cosa si ha diritto e quando.

La nuova piattaforma messa in campo dall’INPS è destinata ai beneficiari occupabili che riceveranno l’Assegno di inclusione, ma anche per chi richiede il Supporto per la formazione e il lavoro. Tramite questa piattaforma si potranno visualizzare:

-offerte di lavoro;
-corsi di formazione;
-tirocini di orientamento e formazione;
-progetti utili alla collettività;
-altri strumenti di politica attiva adeguati alle proprie caratteristiche e competenze.

Lascia un commento