Elon Musk: ufficiale l’acquisto di Twitter per 44 miliardi di dollari

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale

E’ ormai cosa fatta l’accordo per la cessione di Twitter in mano a Elon Musk per 44 miliardi di dollari. Le voci delle ultime settimane si sono dimostrate più che fondate, con il magnate sudafricano pronto a chiudere l’operazione: cosa accadrà ora sui mercati?

elon-musk

La notizia è giunta poche ore fa, riguardante l’ufficialità della cessione del colosso social Twitter in mano al magnate Sudafricano Elon Musk. L’okay definitivo è stato dato dal Consiglio di Amministrazione di Twitter, il quale ha approvato all’unanimità l’acquisizione della società. Secondo le prime indiscrezioni, l’operazione dovrebbe completarsi entro il 2022, con il successivo delisting da Wall Street.

Cerchiamo di fare chiarezza a riguardo, approfondendo in particolare gli effetti previsti sulla società e il futuro dei social.

Twitter: i numeri della cessione ad Elon Musk

Elon Musk Visits Germany

Vediamo quali sono i numeri dell’operazione che ha portato Twitter a passare in mano al patron di Tesla Elon Musk. L’acquisto è avvenuto per una cifra intorno ai 44 miliardi di dollari, ossia un valore di 54,20 dollari ad azione. Dopo un primo rifiuto all’offerta presentata da Musk legato alla mancanza di specifiche sui pagamenti, il CdA di Twitter ha riesaminato l’offerta e ha deciso di approvare la cessione.

La vendita dovrebbe sostanziarsi entro il 2022, con la conseguente uscita dal mercato azionario di Wall Street. La gioia di Elon Musk è esplosa proprio utilizzando Twitter come canale di comunicazione: quale sarà ora il futuro della società?

Twitter: qual è il piano di Musk?

Twitter

Ma come mai l’uomo più ricco del mondo ha deciso di entrare prepotentemente nel mondo social, acquistando uno dei network più importanti ed utilizzati? Il piano di Elon Musk è quello di rendere Twitter il più indipendente possibile dalla pubblicità e dalle influenze di mercato: non a caso è previsto il delisting una volta ultimata l’operazione.

In seguito l’obiettivo dichiarato è quello rendere la piattaforma social “la piattaforma della libertà di parola per eccellenza”, via prediletta dalla parte repubblicana degli statunitensi. Secondo Musk la libertà di parola è il fondamento della democrazia odierna: sarà una mossa vincente?