Social bonus 2023: l’elenco completo dei beneficiari

È in arrivò uno speciale bonus per quest’anno: si chiama social bonus e permette di ottenere un credito d’imposta, il cui importo può variare dal 50 al 65%, a chi fa donazioni a enti del terzo settore. Ma vediamo nel dettaglio che cos’è e come funziona.

Social bonus 2023: l’elenco completo dei beneficiari

Si chiama Social Bonus ed è un bonus per chi fa donazioni a Onlus del terzo settore. Il bonus in questione è stato introdotto con il decreto interdirettoriale 118 del 2023, ed è ora attivo per tutto l’anno in corso. Il bonus consente di ottenere un credito di imposta a persone fisiche, imprese, società e enti non commerciali che effettuano donazioni a favore di enti del Terzo Settore.

Anche nell’articolo 81 del Codice del Terzo Settore (decreto legislativo 117 del 2017) si parla della possibilità di chiedere un credito d’imposta per le donazioni effettuate da persone fisiche e imprese a enti del Terzo Settore. Vediamo insieme chi sono nel dettaglio i beneficiari del bonus:

-Le persone fisiche;

-Gli Enti che non svolgono attività commerciali;

-Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato.

Social Bonus: che cos’è e chi può ottenerlo per quest’anno

Social bonus 2023: l’elenco completo dei beneficiari

Il Social Bonus permette di ottenere un credito d’imposta in tre quote annuali di pari importo. L’importo dipende dai beneficiari e dalla quantità delle donazioni effettuate secondo questi calcoli:

Persone fisiche: possono richiedere un credito d’imposta del 65% per donazioni pari o inferiori al 15% del reddito imponibile del donatore.

Enti del Terzo Settore: hanno diritto a un credito d’imposta del 50% per donazioni pari o inferiori al 15% del reddito imponibile dell’ente stesso.

Aziende: possono avere un credito d’imposta del 50% per donazioni pari o inferiori al 5 per mille dei ricavi annui. Ovvero, la donazione deve essere pari o inferiore allo 0,5% dei ricavi annuali dell’azienda.

Nello specifico, gli Enti per cui è possibile usufruire del Social Bonus, sono:

-Organizzazioni di volontariato (Odv).
-Associazioni di promozione sociale (Aps).
-ONLUS (Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale) iscritte nei rispettivi registri.
-Cooperative sociali, in quanto Onlus di diritto.

Purché siano iscritti al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (Runts), in regola con i pagamenti di tributi e contributi e abbiano presentato al Ministero un progetto per il recupero di immobili pubblici inutilizzati o di immobili confiscati alla criminalità organizzata.

Lascia un commento