Superbonus redditi bassi 2024: come richiederlo, come funziona e che ISEE occorre

Il governo ha introdotto il superbonus 2024, un’iniziativa rivolta a coloro con redditi inferiori, incentrata sull’efficientamento energetico. Il bonus, valido dal 1° gennaio al 31 ottobre 2024, si rivolge a famiglie con reddito ISEE annuo inferiore a 15.000 euro e cantieri che hanno compiuto almeno il 60% dei lavori entro fine 2023.ù

Come funziona il superbonus per i redditi bassi?

Il superbonus per i redditi bassi del 2024 opera come un’agevolazione economica a fondo perduto. È destinato alle famiglie con un ISEE sotto i 15.000 euro, mirando a supportare coloro che hanno iniziato lavori di ristrutturazione senza poter contare sui precedenti contributi del 90% o 110%.

Criteri di ammissibilità e funzionamento

Secondo il Decreto n. 212 del 29 dicembre 2023, l’agevolazione copre spese sostenute per lavori legati al Superbonus 110% dal 1° gennaio al 31 ottobre 2024. I richiedenti devono aver completato oltre il 60% dei lavori. Il bonus, esente da imposte sui redditi, verrà gestito dall’Agenzia delle Entrate secondo le modalità stabilite dal Ministro dell’economia e delle finanze entro marzo 2024.

Come fare richiesta per il Superbonus

Attualmente, l’importo esatto del Superbonus non è stato definito, ma si prevede che coprirà una percentuale delle spese rimaste a carico del richiedente. Le modalità di presentazione della domanda non sono ancora note, ma si prevede che saranno disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, con autenticazione tramite SPID, CIE o CNS. I
dettagli sulla procedura di richiesta verranno comunicati dall’ente responsabile non appena disponibili.