Bloglines interamente in italiano. Cosa sono i Feed RSS e gli aggregatori di news

Bloglines, l’aggregatore per feed RSS più usato sul web, inaugura ufficialmente oggi la versione in italiano. Cresce la diffusione e l’uso di questa soluzione disseminatrice di informazione. Un nuovo modo di informarsi. (di Luca Conti)

Bloglines permette di seguire i propri siti preferiti, siano blog o siti di informazione, in un’unica pagina, dove gli aggiornamenti sono immediatamente visibili.
Bloglines va a competere direttamente con Feedo, simile servizio inaugurato da poche settimane da Kataweb.

Quando su un sito trovate un bottoncino arancione con scritto RSS o XML, vi trovate di fronte ad un feed RSS. Copiando l’indirizzo corrispondente all’interno di un aggregatore permette di essere informati tempestivamente sugli aggiornamenti di quel sito, senza dover visitare ogni volta.

Un modo semplice e pratico per farsi un proprio giornale personalizzato, con le fonti preferite.

Ma cosa sono le Feed RSS e gli aggregatori di news?

Nati ed utilizzati soprattutto nel settore Blog, da tempo “serpeggiano e vivono tra i cavi della rete”, permettendo, a chi ne fa uso, di cercare, trovare, leggere le ultime notizie, informazioni, news senza, volendo, far uso di un classico Browser di navigazione e digitare, di volta in volta, singoli indirizzi web e cercare le ultime notizie.

L’idea non è nuova ed eredita un vecchissimo concetto proposto da PointCast (a noi assai caro ma troppo innovativo per il tempo in cui è stato proposto sulla rete – parliamo del 1996) ove in una “sorta di console” – un’unica applicazione – venivano raggruppate tutte una serie di servizi e informazioni in tempo reale e spedite al lettore, secondo i suoi interessi dichiarati (push technology).
Paradossalmente, PointCast, rispetto ai Feed RSS e gli aggregatori di news che vedremo di qui a poco, era molto più accattivante, sebbene si appoggiasse su concetti tecnologici vecchi (come ad esempio il principio per cui l’antenna trasmittente era un unico server aggregatore e collettore di informazioni altrui e il client sul PC del lettore era proprietario) diversi fra loro (PointCast utilizzava il principio Push, gli aggregatori di News il principio Pull)
Concettualmente gli aggregatori di news e le Feed RSS partono da un principio diverso: quello per cui chiunque può creare palinsesti e trasmetterli in proprio senza dover necessariamente passare da un’antenna trasmittente intermediaria. E’, comunque, un modo “standard” basato sul linguaggio XML, per cui chiunque che crei informazione (qualsiasi essa sia) può creare e rendere disponibile in formato HeadlineNews ciò che ha pubblicato sul proprio sito.

Il principio è il MultiPointCast.

Ci rendiamo conto che è più facile da utilizzare che da spiegare, ma l’intento è quello di descriverne gli elementi e i principi base da cui questo fenomeno è nato.

Con l’adozione dei Feed RSS i contenitori informativi trovano una nuova modalità di fruizione; sono resi disponibili pubblicamente anche senza che il navigatore necessariamente si colleghi al sito i-dome.com con un proprio Browser di navigazione classico.

RSS esattamente significa Really Simple Syndication o Rich site summary e non è altro che una serie di formati espressi in Xml, che dalla forma più semplice, contengono una lista (i cosiddetti feed) di titoli, brevi sommari e link. L’RSS è stato “inventato” originariamente da Netscape alla fine degli anni ’90, al fine di creare uno standard per la condivisione di notizie e news provenienti da altri portali. Rimaneggiato nel tempo, oggi trova spazio e grande uso nel mondo dei blog.