A Milano la prima smart street italiana

A Milano va in scena la prima smart street italiana, super tecnologica e sempre connessa ad Internet con servizio Wi-Fi. Sistemi di illuminazione intelligente, stazioni urbane per la ricarica di veicoli elettrici e totem touch screen al servizio di cittadini e turisti.

italy-3523720_1920

A Milano nasce la prima smart street italiana, super tecnologica e sempre connessa ad Internet con servizio Wi-Fi.

Si tratta di Via Spiga, situata al centro del quadrilatero della moda meneghina, una strada che permetterà a cittadini e visitatori di poter navigare gratuitamente, oltre che con i PC, anche con gli smartphone e i tablet.

Ma non si tratta solo di questo. Il progetto pilota dovrebbe condurre, in vista di Expo 2015, a rendere l’intera città più “smart”, con sistemi di illuminazione intelligente e stazioni urbane per la ricarica di veicoli elettrici, colonnine SOS e di videosorveglianza, oltre ad eleganti totem touch screen al servizio di turisti e cittadini.


Leggi anche: GameStop crollo in borsa: la verità e i colpevoli

Milano: nasce la prima smart street

smart-home-3148026_1920

L’iniziativa, che prende il nome di “Spiga Smart Street”, sarà inaugurata in occasione del fuori salone di Milano, con una cerimonia in grande stile ospitata da Tiffany&Co.

Promossa dall’Associazione di Via, con il patrocinio del Comune di Milano (Assessorato al commercio, alle attività produttive, al turismo e al marketing territoriale), il progetto vede il supporto di aziende private leader nel settore dell’innovazione e della tecnologia.

Tra queste Fastweb, che fornisce la banda ultralarga, Cariboni Group per i proiettori urbani a led, Umpi per la piattaforma multifunzionale che gestisce gli impianti, Samsung, che supporta il totem multimediale touchscreen, Blachere che firma la scenografia luminosa dell’evento inaugurale, e Renault, la cui auto elettrica Twizy sarà l’emblema di una mobilità innovativa e green.

“Spiga Smart Street”: innovazione e sostenibilità

architecture-4009696_1920

Franco D’Alfonso, assessore del Comune di Milano al Commercio e al Turismo, è entusiasta dell’iniziativa:

“Siamo orgogliosi di patrocinare questo innovativo sistema di luce urbana a proiettori led, che permetterà di ottenere livelli di risparmio energetico mai raggiunti prima, che contribuiranno a fare della nostra città un modello di efficienza in vista di Expo 2015.”

Secondo i promotori del progetto infatti, attivando la piattaforma in tutta la città, si potrà risparmiare fino al 70% di energia, con una riduzione di 18 tonnellate di CO2 e un risparmio in termini monetari che corrisponde a circa 9 milioni di euro l’anno. L’assessore conclude poi:


Potrebbe interessarti: Attacco all’argento: dopo GameStop i metalli preziosi

“Questa piattaforma smart garantirebbe risparmi di gestione tra energia e ottimizzazione dei processi manutentivi, contribuendo a migliorare la qualità della vita dei milanesi.”

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica