Legge 104: cos’è e come richiederla

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale

La possibilità di avere i benefici della Legge 104, è uno degli obiettivi dei lavoratori in possesso dei requisiti. I soggetti tutelati sono molti, ma è molto importante capire come funziona il meccanismo. Cerchiamo di fare chiarezza, analizzando i requisiti e i soggetti che possono avere la 104.

Handicap

 

La legge 104 del 5 Febbraio 1992 è molto importante nell’ordinamento in quanto fissa i principi cardine in materia di diritti, integrazione sociale e assistenza della persona disabile. Le normative vigenti consentono di individuare in maniera semplice ed efficace quali sono i beneficiari, anche se spesso è frequente assister a delle truffe.

Vediamo nei prossimi paragrafi come funziona l’iter per ottenere la 104, oltre che a conoscere chi può presentare richiesta.

Legge 104: come ottenerla?

Handicap

I benefici della legge 104 sono ottenibili in pochi e semplici passaggi da seguire. Il primo è quello di accertare lo status di disabilità della persona che si andrà ad assistere, tramite un’apposita visita medica. La legge 104 infatti è utilizzabile nel caso in cui si ha un parente con disabilità da dover seguire.

Una volta completato l’iter di visite obbligatorie da sostenere, verrà erogato il così detto verbale visita all’interno del quale sarà erogato l’esito degli accertamenti sulla persona in oggetto. L’esito ha tre possibili modalità:
  • persona con handicap (art. 3, co. 1, Legge 104/1992), quindi senza condizione di gravità;
  • con handicap con connotazione di gravità (articolo 3, comma 3, Legge 104/1992);
  • con handicap superiore ai 2/3 (art. 21, Legge 104/1992).

Legge 104: chi può richiederla?

Handicap

Vediamo ora chi può richiedere la legge 104 e quali benefici so avranno. Semplicemente, una volta che è stato accertato lo status di disabilità del lavoratore o di un parente cui dover badare, sarà possibile richiedere dei permessi speciali, ma solo nel caso in cui sia riconosciuto lo status di gravità.

Ormai le richieste dei permessi possono essere effettuati per via telematica, seguendo le procedure previste online sul sito dell’INPS. In alternativa possono essere presentate presso gli istituti di patronato o chiamando il numero verde dell’INPS.