Come i blog influenzano le scelte dei consumatori

Un recente studio ribadisce come i blog siano sempre più un punto di riferimento per raccogliere informazioni e prendere decisioni. E un consumatore su tre dice di aver cambiato la propria scelta d’acquisto dopo aver letto recensioni e commenti di altri clienti.

Bloggers advertising referrals

I blog influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori. Lo afferma un recente studio reso noto da Hotwire Ipsos MORI.

Sono infatti più di 25 milioni gli utenti in Inghilterra, Francia, Germania, Italia e Spagna che ammettono di aver cambiato opinione su un’azienda o un prodotto dopo aver letto commenti e recensioni sui blog.

Un potere – che è anche una responsabilità – di cui le aziende si sono accorte da qualche tempo: lo dimostra la loro attenzione al mondo blog e anche qualche richiesta – non molto in linea con lo spirito blogger – di “pubblicità occulta”.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

I blog nella scelta del consumatore

3125988

Il collegamento diretto tra quelli che vengono ormai definiti dal mercato “user-generated content” e le intenzioni sull’acquisto di un prodotto/servizio degli utenti è confermato da questo studio, che rivela come circa un terzo degli europei (il 34%) abbia rinunciato a un acquisto dopo aver letto esperienze e commenti da parte di altri consumatori. Il 52%, invece, ha dichiarato di esserne stato convinto proprio grazie ai blog letti.

Nella ricerca si evidenzia anche come i blog stiano velocemente raggiungendo i giornali come fonte affidabile di informazione. I due mezzi, infatti, raccolgono rispettivamente la fiducia del 24 e del 30% degli utenti.

Non solo, sebbene la televisione sia l’ingrediente di punta della dieta mediatica europea, la fiducia nella pubblicità da essa trasmessa scende al 17% e cala ancora fino al 14% nel caso di comunicazioni commerciali inviate attraverso e-mail marketing.

L’evoluzione dei blog: i numeri

hands-writting-laptop-min

Visti questi primi risultati, non stupisce che il 61% degli europei conosca i blog e che il 17% di essi li legga.

Al primo posto, per familiarità con la blogosfera, vi sono i cugini francesi, che nel 90% dei casi conoscono bene il fenomeno. All’ultimo posto invece l’Inghilterra, dove i blog sono familiari “solo” al 50% degli intervistati. Tra i due estremi di consapevolezza e conoscenza, si posizionano l’Italia (58%), la Germania (55%), e la Spagna (51%).


Potrebbe interessarti: Creative Commons: l’evoluzione dei diritti d’autore

A questo punto non resta che augurarsi che le evidenti potenzialità commerciali del mezzo non finiscano per insinuarsi e distorcere la genuinità delle informazioni offerte, tradendo così la fiducia di molti, troppi consumatori.

 

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica