I feedback dei clienti migliorano le aziende

Una ricerca commissionata da Progress Software Corporation rivela che il 67% delle aziende a livello globale e il 73% in Italia viene a conoscenza dei problemi di business solamente nel momento in cui questi vengono segnalati dai clienti. Ben otto società su dieci non dispongono di un monitoraggio in tempo reale.

Customer care concept vector illustration

L’indagine, condotta dalla nota società di ricerca Vanson Bourne, ha coinvolto 400 professionisti tra cui CIO, responsabili IT e Business Manager che gestiscono i processi decisionali all’interno delle rispettive realtà aziendali.

Dallo studio è emerso che a livello globale le aziende presentano una notevole mancanza di visibilità in tempo reale (80%), che si traduce nella difficoltà di risolvere i problemi nel momento in cui si manifestano.

Vediamo più da vicino i dati emersi dallo studio.

Aziende e problem solving: la ricerca

Collaboration concept vector illustration.


Leggi anche: Pirateria informatica: calo dell’1% in Italia

La ricerca, commissionata dalla società americana Progress Software Corporation e sviluppata dalla Vanson Bourne, ha prodotto i seguenti risultati a livello globale:

  • l’80% delle aziende presenta già eventi business critical e necessita pertanto di un loro monitoraggio in tempo reale;
  • il 91% desidera rafforzare la relazione con i propri clienti;
  • il 58% riconosce un gap informativo significativo a supporto dei processi decisionali aziendali;
  • solo l’8% delle aziende dichiara di ricevere dati aziendali in tempo reale.

Giles Nelson, Director of Strategy di Progress Software, dichiara:

“Il servizio clienti è un elemento distintivo e pertanto di fondamentale importanza per le aziende. Attualmente, però, sono ancora molte le organizzazioni che aspettano le segnalazioni dei clienti per rilevare eventuali anomalie di business. Tuttavia, l’utilizzo di funzionalità di Business Event Processing (BEP) offre alle aziende la possibilità di consentire al loro staff di prendere decisioni sulla base di dati puntuali e in tempo reale. In questo modo, le aziende sono in grado di individuare i problemi prima dei loro clienti, e possono anche sfruttare le opportunità nel momento in cui si presentano.”

L’importanza del monitoraggio in tempo reale

Online question answers search. Question sign on laptop computer screen, confused people asking questions vector illustration. Men and women using laptop, searching for problem solution online

Il 94% delle aziende riconosce l’importanza di ricevere informazioni in tempo reale, ma sono molte le realtà che ancora non ne comprendono i benefici.

Il 78% a livello globale (e il 67% in Italia) ha affermato che la tempestività della risposta offrirebbe un reale vantaggio competitivo. Inoltre, il 70% degli intervistati (l’83% in Italia) dichiara che potrebbe fissare i prezzi dei propri prodotti basandosi su fattori dinamici.

Altro dato rilevante, il 38% dei responsabili intervistati crede nelle architetture informatiche e ritiene che, entro pochi anni, queste diventeranno event-driven.

Nelson conclude:

“Le aziende in questo momento si trovano a dover gestire un numero d’informazioni sempre più elevato, anche a fronte della diffusione di numerosi canali di marketing, piattaforme mobili e social media. Nei prossimi anni, la scelta di passare a una tecnologia in real time potrebbe offrire loro un’àncora di salvezza.”


Potrebbe interessarti: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

 

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica