La Storia di Internet: dal 1961 al 1973

Camilla
  • Dott. in Scienze della Comunicazione

Di tanto in tanto un flash-back per capire e conoscere questa enorme fenomenologia che è la rete. Internet: frutto di fatti, misfatti, tecnologia, persone, casi fortuiti, intuizione, studi, ricerche e chi più ne ha più ne metta.
Ripercorriamo dalle origini la sua storia.

internet-search-engine-1433323_1920

Per capire qualcosa in più sulle origini di Internet bisogna tornare indietro ai tempi della prima esplorazione spaziale operata dai russi nel 1957.

E’ la data del lancio in orbita dello Sputnik. Ancora una volta gli eterni rivali URSS e Stati Uniti si trovavano a sfidarsi sul piano delle nuove scoperte, siano esse spaziali o scientifiche. Questa volta l’America è stata a guardare. Si è trovata totalmente impreparata a fronteggiare sul piano “spaziale” il nemico e non potette rispondere alla disfatta sino alla creazione della NASA, la ben nota agenzia spaziale americana.

Si decise allora di creare una agenzia di ricerca avanzata che avrebbe avuto il compito di sviluppare e applicarsi su nuove frontiere, creare qualcosa di mai pensato ed evitare, insomma, di trovarsi ancora una volta sorpresi alle scoperte dei nemici.

E’ così che nacque la “Advanced Research Projects Agency” o più comunemente conosciuta come ARPA. Vennero reclutati scienziati da molte università americane e non.

Si creò una equipe strepitosa di matematici, fisici e ingegneri. Da lì in avanti l’America è cresciuta moltissimo sul piano delle scoperte e ha conosciuti i momenti più felici, sul piano della ricerca e dell’innovazione, della sua storia.

Internet: la storia

Global transportation system concept vector illustration.

Tutto cominciò nel 1962 quando l’ ARPA decise di aprire un programma di ricerca sulle tecnologie informatiche. J.C.R. Licklider, scienziato proveniente dai ben noti laboratori del MIT, pubblicò la sua prima ricerca su una ipotetica “Galactic Network” dal titolo “On-Line Man Computer Communication”. Proprio quest’ultimo è considerato il vero e proprio padre di internet in quanto nel suo “tipo di rete” si riscontrano tantissime similitudini con quella che è oggi Internet.

Leonard Kleinrock (cfr il suo sito personale #) invece, con la sua pubblicazione “Information Flow in Large Communication Nets”, risalente al 1961, fu il primo a ipotizzare un modello di comunicazione basato sulla trasmissione a commutazione di pacchetto. Dopo la pubblicazione di Kleinrock c’era bisogno di dimostrare che effettivamente quel modello potesse funzionare. Per questo motivo nel 1965 Kleinrock insieme a Thomas Merrill riuscì a collegare due computer tramite una connessione dial-up, un computer TX-2 localizzato nel Massachusetts con uno Q-32 in California.

I risultati diedero ragione alla teoria di Kleinrock e la trasmissione a commutazione di pacchetto divenne l’unica ragionevole soluzione a una futura comunicazione telematica. Pian piano si crearono i primi “nodi” e i primi “client” della grande rete Internet cominciarono a scambiarsi dati.

Ricordiamo il primo nodo Network Measurement Center all’Università della California e il successivo “Augmentation of Human Intellect” allo Stanford Research Institute (SRI). Con il passare degli anni si unirono altri nodi, processo che continua ancora oggi. Dopo aver sperimentato abbastanza questo innovativo sistema di comunicazione era arrivato il momento di cominciare a sviluppare delle applicazioni che potessero sfruttarlo al meglio e così nell’ Ottobre del 1972 Robert E. Kahn organizzò una dimostrazione dell’Arpanet all’ International Computer Communication Conference (ICCC). Questo fu il primo evento pubblico in cui vennero esposte le potenzialità di Arpanet e di alcune sue nuove applicazioni come ad esempio le e-mail. Da qui ebbe inizio la storia di Internet.

TUXjournal è una webzine on-line dedicata a Linux, creata e gestita da Vincenzo Ciaglia. Non un semplice portale di News ma anche temi e sezioni di approfondimento puntuale e rigoroso, pur mantenendo totale libertà di informazione. Il tutto come una vera e propria rivista specializzata. Sezioni che contengono articoli scritti volta per volta ma con l’obiettivo di fare “informazione real-time” sul mondo Linux e Open-source.

1961 – Leonard Kleinrock, studente laurendo presso il MIT, pubblica un articolo che descrive in linee generali, la tecnologia (packet switching) sulla quale si baserà la Internet di domani. La Storia di Internet, sebbene possa essere riconducibile ad una serie di punti e di date precisa, è di fatto un mix di eventi voluti o casuali, incastrati e miscelati tra di loro da generare nel tempo, una formula esplosiva: Internet stessa.

Internet: evoluzione dal 1962 al 1973

business-people-using-internet-min

Questo articolo, più volte rivisto ed editato, cerca di descrivere le componenti e gli elementi base che nel tempo ne hanno costituito probabilmente uno dei fenomeni sociali mediatici più importanti di tutta la storia umana.

1962 – Nel mondo si contano circa 10.000 computers

1964 – Nell’agosto di quest’anno esce uno studio a firma di Paul Baran, pubblicato da “The Rand Corporation” e finanziato dal “United Air Force”, dove viene introdotto il concetto di “Distributed Communications Network”, ovvero un concetto che preveda una connettività ridondante tra le base militari in caso di attacco atomico: “This Memorandum briefly reviews the distributed communications network concept and compares it to the hierarchical or more centralized systems. The payoff in terms of survivability for a distributed configuration in the cases of enemy attacks directed against nodes, links, or combinations of nodes and links is demonstrated.”

The requirements for a future all-digital-data distributed network which provides common user service for a wide range of users having different requirements is considered. The use of a standard format message block permits building relatively simple switching mechanisms using an adaptive store-and-forward routing policy to handle all forms of digital data including “real-time” voice. This network rapidly responds to changes in the network status. Recent history of measured network traffic is used to modify path selection. Simulation results are shown to indicate that highly efficient routing can be performed by local control without the necessity for any central–and therefore vulnerable–control point.”

(tratto da On Distributed Communications – 1964)

1964 – 7 aprile, data ufficiale del primo Mainframe IBM: l’IBM System/360 (S/360)

1964 – In quest’anno nasce il network SABRE, voluto dall’IBM ed utilizzato per eseguire prenotazione on-line negli Stati Uniti, principalmente per le compagnie aeree. Utilizzando ca. 2000 linee telefoniche, collegava gli sportelli distribuiti sul territorio a due computer IBM 7090.

1965 – Il matematico inglese, Donald Davies (2000) del National Physical Laboratory (NPL) esplora l’idea di un network di computer che trasmetta informazioni in unità distinte. Questa idea porta a coniare il termine di “Packets”.

1968 – Douglas Engelbart, dello Stanford Research Institute, offre una dimostrazione del NLS (oNLine System), le cui caratteristiche includono il browsing ipertestuale, l’editing e l’e-mail. Per consentire tutto ciò egli inventa il mouse.

1969 – Nasce Arpanet, un progetto voluto dal Dipartimento di Difesa americano per la ricerca sulla creazioni delle reti. Il primo collegamento avviene tra 4 nodi in 4 rispettive università americane:

Nodo 1: UCLA ,
Nodo 2: Stanford Research Institute,
Nodo 3: University of California Santa Barbara (UCSB),
Nodo 4: University of Utah.

Il collegamento fu fornito dalla AT&T con delle linee da 50 Kbps

1970 – Su Arpanet, sono collegati in rete i primi 10 computer.

1971 – Su Arpanet, i nodi collegati sono diventati 15 con 23 computers. I nodi erano: UCLA, SRI, UCSB, Univ of Utah, BBN, MIT, RAND, SDC, Harvard, Lincoln Lab, Stanford, UIU(C), CWRU, CMU, NASA/Ames.

1972 – Viene scritto da Ray Tomlinson il primo programma per la gestione della posta elettronica su Arpanet, introducendo la convenzione degli indirizzi e-mail tutt’oggi utilizzata: [email protected]

1973 – Viene attivata la prima connessione internazionale di Arpanet (fino ad allora attiva solo sul territorio americano) con con la Gran Bretagna. Verrà collegato in questa occasione il London College University. Nello stesso anno viene descritto il protocollo di comunicazione FTP.