Pensioni settembre 2021: pagamenti in anticipo?

Le pensioni di settembre 2021 potrebbero arrivare in anticipo, come sta avvenendo per i mesi estivi su disposizione della Protezione Civile. Con la proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre, infatti, è possibile che anche per i restanti mesi dell’anno i pagamenti delle pensioni arrivino qualche giorno prima.

money-1439125_1920

Quando arrivano i pagamenti delle pensioni di settembre? In molti si stanno chiedendo se, come sta avvenendo nei mesi estivi, anche per i prossimi ci sarà un anticipo.

L’anticipo dei pagamenti, infatti, è stato disposto dalla Protezione Civile in linea con lo stato di emergenza, prorogato sulla base dell’ultimo decreto al 31 dicembre 2021.

Vediamo meglio quali sono le ipotesi per i pagamenti delle pensioni di settembre.

Pensioni settembre 2021: il calendario

2021-calendar-with-banknotes-arrangement

Con la proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre 2021 è possibile che venga confermato il pagamento anticipato delle pensioni anche per i restanti mesi dell’anno.

La Protezione Civile, con l’ordinanza n. 788 del 18 maggio, aveva infatti stabilito il pagamento delle pensioni in anticipo per i mesi di giugno, luglio e agosto. Adesso è molto probabile che la misura venga estesa fino alla fine dell’anno.

Di seguito il calendario ipotetico dei pagamenti delle pensioni per il mese di settembre 2021 suddiviso per cognomi:

  • A  -B, giovedì 26 agosto;
  • C – D, venerdì 27 agosto;
  • E – K, sabato 28 agosto;
  • L – O, lunedì 30 agosto;
  • P – R, martedì 31 agosto;
  • S – Z, mercoledì 1° settembre.

Per coloro che invece non ritirano la pensione in contanti, l’accredito sul conto corrente è previsto per il primo giorno bancabile del mese, che coincide, quindi, con il 1° settembre.

Anche a settembre pensioni a domicilio

Poste_Italiane_-_sign-scaled

Seguendo la stessa logica, anche per il mese di settembre 2021 dovrebbe essere prevista la possibilità di ricevere la pensione a domicilio, così come avvenuto dall’inizio dell’emergenza pandemica.

Questo servizio è possibile grazie alla convenzione tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri e solamente per gli over 75, i quali potranno richiederlo tramite un’apposita delega da inviare a Poste.

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica