18App domande al via: chi può fare domanda?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
31/03/2022

Il bonus cultura è arrivato ormai al sesto anno consecutivo di conferma nell’ordinamento, sintomo di un successo importante che sta per attraversare una generazione. Vediamo nel seguente articolo chi può fare domanda quest’anno per ottenerlo e cosa si può acquistare con la 18App.

18app (1)

Il bonus cultura, o 18App, è una delle poche agevolazioni rimaste in vigore da più di 5 anni: introdotto su volontà del Governo Renzi, siamo ormai al sesto anno di conferma ininterrotto, che ha retto anche l’urto della pandemia. Il bonus consente ai neo diciottenni di avere 500 euro da spendere per prodotti o servizi rientranti nel panorama culturale.

Chi può fare domanda per ottenerlo quest’anno? Scopriamolo insieme nel seguente articolo!

Bonus cultura: chi può presentare le domande?

18app

Come detto, siamo arrivati al sesto anno del bonus cultura, l’agevolazione più amata dai ragazzi, in quanto consente di avere 500 euro di buoni da spendere per libri, cinema, concerti e molto altro. Per quest’anno le domande possono essere presentate da coloro che sono nati entro il 31 Dicembre 2003.

Le domande possono essere presentate entro il 31 Agosto 2022, dunque è bene affrettarsi per evitare di perdere il diritto ad usufruire di questo utilissimo bonus. Sono infatti già oltre 160 mila gli adolescenti ad aver fatto domanda.

Bonus cultura: cosa si può acquistare con la 18App?

Concerti

L’idea alla base del bonus cultura è quella di far avvicinare i giovani al mondo della cultura, in tutte le sue sfaccettature: dalla musica al cinema, passando per l’arte e i musei di ogni tipologia. Con il bonus infatti sono moltissime le tipologie di prodotti che si possono acquistare, sia in negozi fisici che in store online accreditati.

Uno dei vantaggi è che si può utilizzare il bonus anche per effettuare acquisti su Amazon, o sottoscrivere dei buoni. Il giro d’affari creato è molto importante sia per la cultura dei grandi del futuro, ma anche per gli esercenti dei settori coinvolti.