730: ecco perché va presentato prima

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
01/06/2022

La fase calda della presentazione dei redditi si fa sempre più vicina, con gli italiani che si cimentano sempre di più nell’utilizzo del modello 730 precompilato. Per presentarli c’è tempo fino al 30 Settembre 2022, ma presentarlo in anticipo potrebbe far avvicinare il rimborso Irpef. Vediamo i dettagli della questione.

730-modello-blog

Come detto, la scadenza entro cui presentare il modello 730 è ancora distante, si parla infatti del 30 Settembre 2022. Ma vi è un motivo particolare per cui è bene inviare il prima possibile la dichiarazione, con la prima scadenza che scade il 31 Maggio 2022. Vediamo nel seguente articolo la motivazione principale per la quale è bene accelerare i tempi di invio.

Modello 730: perché inviarlo il prima possibile?

1572951050764_modello_730_B

Vediamo in primis quali sono i vantaggi di inviare il modello 730 il prima possibile, anche se la scadenza del 30 Settembre è ancora lontana. Facciamo una premessa importante: per il rimborso dell’Irpef sono previsti sei scaglioni temporali in base ai quali varia il rimborso. Ovviamente prima viene inviata la dichiarazione e prima si avrà il rimborso Irpef a credito.

Il primo slot temporale ha avuto scadenza ieri 31 Maggio 2022: dunque tutti coloro che sono riusciti a presentare la dichiarazione entro quella data, avranno la possibilità di ottenere il rimborso Irpef entro il mese di Luglio 2022.

Rimborso Irpef: le tempistiche per i conguagli

tasse calcolo

Vediamo ora quali sono le tempistiche per il rimborso dei conguagli dell’Irpef. I tempi in questione sono però legati al momento in cui il CAF di riferimento indicherà all’Agenzia delle Entrate il risultato finale della dichiarazione dei redditi. Ecco le nuove scadenze:

  • entro il 15 giugno dovranno essere comunicati i risultati finali delle dichiarazioni presentate entro il 31 maggio;
  • il 29 giugno, per quelle presentate dal 1° al 20 giugno;
  • il 23 luglio, per quelle presentate dal 21 giugno al 15 luglio;
  • il 15 settembre, per quelle presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
  • il 30 settembre, per quelle presentate dal 1° al 30 settembre.

I rimborsi saranno erogati sul primo stipendio utile, a partire dal mese successivo a quello in cui è stata effettuata la dichiarazione.