730 precompilato: come consultare la dichiarazione dei redditi?

A partire da martedì 2 maggio 2023 sarà possibile prendere in visione il modello 730 precompilato dall’Agenzia delle Entrate. Come fare per consultare la dichiarazione dei redditi? Vediamolo nel dettaglio…

Dichiarazione, Dei

Siamo ormai prossimi all’avvio della stagione dichiarativa. Si inizia il 2 maggio 2023 quando l’Agenzia delle Entrate metterà online sul proprio sito il modello 730 precompilato per i redditi riferiti all’anno di imposta 2022.

Saranno già inserite tutte le informazioni relative alla denuncia dei redditi del contribuente già disponibili al Fisco. Presenti, ad esempio, spese mediche, premi assicurativi, spese di ristrutturazione della casa, interessi passivi sui mutui e spese scolastiche, spese relative ai canoni di locazione e di intermediazione per l’acquisto di un immobile destinato a prima casa.

Sono anche visibili i dati che l‘Agenzia delle Entrate non è stata in grado di inserire o che risultano incongruenti.

Altre scadenze da ricordare

A partire da giovedì 11 maggio 2023 sarà possibile accettare, modificare e inviare il modello 730 reso disponibile dal Fisco nella forma precompilata.
Per poter procedere occorrerà rispettare le regole rese note tramite i provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Per chi si avvale del 730 precompilato ultima data disponibile è il 2 ottobre 2023 in caso di invio tramite web.

Come fare per consultare il 730 precompilato

Per poter accedere all’area riservata dell’Agenzia delle Entrate e consultare il proprio 730 precompilato occorre essere muniti delle apposite credenziali: Spid, Carta d’identità elettronica (Cie) o Carta nazionale dei servizi (Cns).

Come delegare una persona di fiducia

Dichiarazione, Dei
Coloro che non hanno dimestichezza con gli strumenti informatici al fine di consultare e integrare il modello 730 precompilato. potranno delegare un altro soggetto, familiare o altra persona di fiducia,

Dal 20 aprile basterà accedere all’area riservata sul sito delle Entrate e rilasciare una delega a una terza persona affinché effettui il servizio per proprio conto. La delega può essere effettuata online o mediante videochiamata.

Altra opzione è procedere con l’invio di una PEC (anche dalla casella di posta della persona delegata) o presentando richiesta presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

La delega ha una durata piuttosto ampia. Poiché su richiesta della persona interessata si può arrivare anche a 3 anni il contribuente non sarà costretto a rinnovare la domanda per ciascuna dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento