A Luglio la NASPI verrà bloccata: l’INPS annuncia

A partire dal mese di luglio, i percettori della NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) e della DIS-COLL (indennità di disoccupazione per i collaboratori) dovranno affrontare un’importante novità: l’obbligo di iscrizione alla piattaforma SIISL (Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa) gestita dall’INPS.

Questa modifica, introdotta dal decreto Coesione, mira a rafforzare le politiche di riattivazione al lavoro e porterà al blocco degli accrediti mensili per coloro che non si adegueranno.

Che Cos’è la NASPI?

La NASPI è una misura di sostegno al reddito destinata ai lavoratori che hanno perso il lavoro per cause indipendenti dalla loro volontà, eccezion fatta per le dimissioni per giusta causa. È fondamentale per migliaia di lavoratori in difficoltà, offrendo un contributo economico di durata e importo variabili, a seconda delle retribuzioni precedenti e dei contributi versati.

Le novità in arrivo

A partire da luglio, sarà obbligatorio per i beneficiari della NASPI e della DIS-COLL iscriversi al SIISL. Questo sistema prevede:

  1. Iscrizione alla piattaforma SIISL: obbligatoria per mantenere il diritto all’indennità.
  2. Sottoscrizione del Patto di Attivazione Digitale (PAD).
  3. Accettazione del Patto di Servizio Personalizzato (PSP).

Perché l’INPS può bloccare

In caso di mancata iscrizione al SIISL o di mancata partecipazione alle iniziative di riqualificazione e aggiornamento lavorativo, si rischia il blocco dell’erogazione dell’indennità. Le sanzioni, applicate dai centri per l’impiego o dagli enti responsabili del percorso di politica attiva, possono arrivare fino alla decadenza dall’indennità stessa, soprattutto in caso di rifiuto reiterato delle offerte di lavoro.

Obiettivi e conseguenze

Questa riforma punta a migliorare la funzionalità e la trasparenza della piattaforma SIISL, aumentando il numero di offerte di lavoro e migliorando lo scambio di informazioni tra SIISL, banche dati regionali e privati. Le sanzioni previste includono:

  • Blocco dell’indennità in caso di mancata iscrizione al SIISL.
  • Decadenza dall’indennità per il rifiuto reiterato delle offerte di lavoro.

Riepilogo delle novità

Novità Descrizione
Iscrizione obbligatoria al SIISL Dal mese di luglio per i percettori di NASPI e DIS-COLL.
Sottoscrizione del PAD Patto di Attivazione Digitale da sottoscrivere per continuare a ricevere l’indennità.
Accettazione del PSP Patto di Servizio Personalizzato necessario per la continuità del supporto economico.
Sanzioni Blocco o decadenza dell’indennità in caso di mancato adempimento delle nuove regole.

Conclusione

Queste modifiche segnano un significativo cambiamento nelle politiche di sostegno ai disoccupati, ponendo una maggiore enfasi sulla ricerca attiva del lavoro e sulla partecipazione ai programmi di riqualificazione professionale. È essenziale per i beneficiari della NASPI e della DIS-COLL informarsi e adeguarsi tempestivamente per evitare sanzioni e la perdita del sostegno economico.