Acquisto prima casa: come risparmiare?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
14/01/2022

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante e fondamentale nella vita di ciascun individuo, in particolare se si tratta di prima casa. Ci sono dei modi per risparmiare, sfruttando alcuni bonus ed agevolazioni ideati ad hoc. Analizziamo insieme la questione.

Casa

Acquistare casa nel 2022 potrebbe risultare più vantaggioso ed economico, grazie a numerosi bonus e agevolazioni presenti nell’ordinamento. Ad inizio Gennaio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una lista di tutte le agevolazioni che si possono richiedere per l’acquisto di una casa, tutte chiaramente inserite nella Legge di Bilancio.

Vediamo nel seguente articolo quali sono le principali agevolazioni a sostegno degli italiani per acquistare una casa nel 2022.

Acquisto prima casa: cosa è il bonus prima casa?

bonus-casa

Una delle agevolazioni che si possono richiedere per risparmiare sull’acquisto di una casa è il bonus prima casa. Tale bonus è applicabile se l’immobile rientra in alcune specifiche catastali e se l’acquirente rispetta determinati requisiti. Vanno divisi due possibili scenari, che differiscono per le imposte da pagare:

  • se il venditore è un privato o un’impresa che vende in esenzione IVA:
    • imposta di registro proporzionale nella misura del 2% (anziché del 9%);
    • imposta ipotecaria fissa di 50 euro;
    • imposta catastale fissa di 50 euro;
  • se si acquista da un’impresa, con vendita soggetta a IVA:
    • IVA ridotta al 4%;
    • imposta di registro fissa di 200 euro;
    • imposta ipotecaria fissa di 200 euro;
    • imposta catastale fissa di 200 euro.

Bonus casa under 36: di cosa si tratta?

back-view-of-casual-woman-sitting-on-sofa-and-watching-tv-in-home

Infine, agevolazione molto interessante per i giovani è il bonus casa under 36, dedicato all’acquisto della prima casa per giovani lavoratori. L’agevolazione può essere richiesta se si è in possesso di due requisiti fondamentali:

  • non abbiano compiuto 36 anni di età nell’anno solare di stipula del rogito;
  • essere in possesso di ISEE ordinario o corrente non superiore a 40.000 euro.

Stando a quanto previsto dalla Legge di Bilancio, i vantaggi che il bonus casa under 36 dà ai beneficiari sono:

  • esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale, ma solo per le compravendite non soggette a IVA;
  • riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore per gli acquisti soggetti a Iva. Inoltre si ha diritto all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale;
  • esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo.