Acquisto prima casa: nuovo emendamento con IVA al 50%

Matteo Bertocci
  • Laureando presso l'Università di Perugia
19/12/2022

Tramite una modifica in legge di Bilancio è previsto un incentivo nell’acquisto della prima casa grazie ad un’agevolazione del 50% sull’IVA. Vediamo insieme di cosa si tratta.

stay-at-home-concept-on-wooden-table-side-view-hand-holding-wooden-cube-min (1)

Iva al 50% per coloro che acquisteranno la prima casa nel 2023. Una delle modifiche più sostanziose apportate alla Legge di Bilancio 2023 riguarda lo sconto del 50% sull’IVA per coloro che acquisteranno la prima casa nell’anno 2023. Questo è possibile solo nel caso in cui l’immobile rispetti determinati parametri energetici ed ecosostenibili.

Nonostante ci si trovi in questo periodo di crisi con l’inflazione alle stelle e l’allarme mutui sempre attivo, se si è comunque determinati ad acquistare una casa è bene conoscere cosa preveda l’emendamento alla manovra di bilancio e soprattutto quali sono gli immobili che rientrano nella manovra. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Acquisto prima casa, sconto del 50% sull’Iva

banconote-money-euro

Tra gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2023 il Governo ha voluto includere una modifica per venire incontro a coloro che sono in cerca di un immobile da acquistare. Per ora tutto ciò che sappiamo è che il Governo vorrebbe incentivare l’acquisto di una casa tramite un’agevolazione sull’IVA pari al 50%, purché questa rispetti dei parametri di efficienza energetica ed ecosostenibilità. Il testo prevede, ai fini dell’Irpef, “una detrazione dall’imposta lorda, fino alla concorrenza del suo ammontare, del 50% dell’importo corrisposto per l’Iva” per gli acquisti di “unità immobiliari” entro il 31 dicembre 2023.

Quali sono gli immobili su cui investire

money-2724241_1920

Sarà quindi possibile ottenere l’IVA al 50% solo rispettando determinate condizioni. Infatti lo sconto sull’IVA sarà possibile solo per coloro che acquisteranno la prima casa in classe energetica A e B. La classe energetica della casa è la media di tutti i punteggi ottenuti in base alle certificazioni e caratteristiche strutturali dell’immobile. Più precisamente riguarda l’indice di prestazione energetica globale (Epgl). È opportuno quindi guardare alla:

  • qualità dei materiali utilizzati;
  • qualità degli infissi che consentono una minore dispersione di calore;
  • utilizzo di fonti di energia rinnovabile;
  • interventi di ristrutturazione che hanno apportato migliorie.