Agenzia delle Entrate: in arrivo le lettere del fisco

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
11/01/2022

Il 2022 sembra essere un anno molto attivo sul fronte fiscale, infatti stanno arrivando moltissime lettere dell’Agenzia delle Entrate. Lo scopo è quello di raggiungere gli obiettivi di compliance fissati dal PNRR: vediamo dunque a chi sono dirette.

agenzia-delle-entrate-1200×675

Da inizio anno, sono moltissimi i contribuenti che hanno ricevuto lettere da parte dell’Agenzia delle Entrate. Si tratta di avvisi bonari ed hanno lo scopo di avvisare il ricevente su eventuali anomalie presenti nella dichiarazione dei redditi. I casi più diffusi sono quelli di omissione o non corrispondenza dei dati dichiarati, rispetto a quanto a conoscenza dell’Agenzia.

La motivazione dell’arrivo di così tanti avvisi bonari è semplice: il PNRR ha tra i tanti obiettivi, quello di aumentare la compliance fiscale. Analizziamo insieme la questione.

Lettere Agenzia delle Entrate: vediamo per chi è in arrivo

agenzia-delle-entrate

Le lettere in arrivo da parte dell’Agenzia delle Entrate, riguardano disallineamenti sulla dichiarazione dei redditi del 2017. Le misure utilizzate dall’Agenzia per essere in linea con gli obiettivi in materia di compliance del PNRR sono due, ossia:

  • gli avvisi bonari saranno incrementati sulla base del potenziamento delle infrastrutture tecnologiche e della cooperazione tra banche dati, oltre a un miglioramento degli algoritmi di selezione e del maggior personale dedicato a tale compito;
  • la dichiarazione precompilata IVA annuale verrà messa a disposizione entro il 30 aprile 2023, quindi per l’anno di imposta 2022, per circa 2,3 milioni di partite IVA (su 4 milioni di contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione).

Gli obiettivi da raggiungere entro il 2022 sono:

  • un aumento del 30% delle lettere di compliance inviate;
  • i falsi positivi devono essere ridotti del 5%;
  • un aumento del 20% degli incassi connessi all’adempimento spontaneo.

Avvisi bonari: cosa fare in caso di ricezione?

2800agenzia-entrate

Come ci si deve comportare in caso di arrivo di un avviso da parte dell’Agenzia delle Entrate? In primis è bene comprendere a pieno le motivazioni dell’invio dell’avviso, dunque leggere attentamente la lettera ricevuta, possibilmente con l’aiuto di un commercialista o di un CAF.

In seguito si potrà intervenire sulla dichiarazione dei redditi, utilizzando il ravvedimento operoso, che permetterà di regolarizzare la situazione denunciata dall’Agenzia delle Entrate. Se invece si ritiene di aver adempiuto, basta inviare documenti che provino ciò all’Agenzia delle Entrate.