Agenzia delle Entrate: multe per chi viola le norme

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
01/12/2021

L’attenzione verso la circolazione del denaro contante è più alta che mai, in particolare in questo periodo storico in cui si cerca di limitarne la circolazione. L’Agenzia delle Entrate prevede delle multe molto salate in caso di violazione di alcune norme: vediamo quali.

cash soldi pagamenti

Maneggiare il denaro contante, in particolare se in grandi quantità, potrebbe essere un rischio dato che l’attenzione del fisco verso il cash non è mai stata così elevata. Oltre agli evasori fiscali che devono temere i controlli per ovvie ragioni, anche onesti cittadini potrebbero cadere in trappola commettendo qualche errore facilmente evitabile.

I controlli di fine anno dell’Agenzia potrebbero portare quindi a multe salatissime, vediamo quali sono i casi in cui si incorrerebbe in sanzioni.

Denaro contante: il nuovo limite operativo dal 1° Gennaio 2022

come-avere-il-cashback

Come detto, la lotta alla circolazione del denaro contante non è mai stata così ardua da parte delle istituzioni. L’istituzione dei programmi Cashback, Supercashback e Lotteria degli scontrini sono stati dei metodi diretti per favorire i pagamenti con metodi tracciabili, ma ora le istituzioni sono intervenute in maniera ancora più forte.


Leggi anche: Super green pass: multe da 400 a 1000 euro

Il limite massimo di pagamento in contanti è stato infatti abbassato a 1000 euro, dimezzandolo rispetto al precedente di 2000 euro. Ma non è tutto, ad essere illeciti potrebbero essere anche regali ai figli o parenti se superiori ai 999,99 euro: violando tali nuove norme si potrebbe incorrere in multe salatissime.

Multe Agenzia delle Entrate da 1000 euro: vediamo in quali casi

AGENZIA DELLE ENTRATE

Cosa potrebbe accadere se venissero effettuati, a partire dal 1° Gennaio 2022, acquisti o regali in denaro contante superiore a 999,99 euro? Anche se effettuati in buona fede, l’Agenzia delle Entrate prevede multe salatissime sia per chi effettua tali pagamenti sia per chi li riceve senza denunciarli: le multe ammontano a circa 1000 euro.

Le multe sono ancora più salate se si considera il caso di professionisti che non denunciano l’avvenuto illecito: in questi casi le multe vanno da 3000 a 15000 euro.

Urge dunque prestare attenzione in quanto i controlli saranno molto robusti e le multe sono salatissime.