ALAS, nuova indennità per i lavoratori dello spettacolo: come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
03/09/2023

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera preliminare a un decreto legislativo che regolamenta gli ammortizzatori sociali e introduce una nuova indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo. Questa misura mira a compensare la frammentazione dei redditi nel settore artistico e sarà disponibile a partire dal 1° gennaio 2024. Vediamo insieme come funziona l’indennità in questione.

ALAS, nuova indennità per i lavoratori dello spettacolo: come funziona

Il Consiglio dei Ministri, su iniziativa del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, ha approvato in via preliminare un decreto legislativo mirato a regolare gli ammortizzatori sociali e le indennità per i professionisti dello spettacolo, introduttivo di una nuova forma di indennità di discontinuità. Questa iniziativa è volta a compensare la notevole frammentazione dei redditi e dei contributi dei lavoratori nel settore artistico.

Indennità di discontinuità: Un sostegno per lavoratori dello spettacolo

ALAS, nuova indennità per i lavoratori dello spettacolo: come funziona

Il nuovo sussidio mira a supportare specifiche categorie di professionisti:

  1. Lavoratori a tempo determinato impegnati nella produzione e realizzazione di spettacoli artistici o tecnici nel settore dello spettacolo.
  2. Lavoratori intermittenti nel campo dello spettacolo, compresi quelli con contratti a tempo indeterminato.

A partire dal 1° gennaio 2024, viene introdotta una nuova indennità di discontinuità per questi lavoratori, offrendo una rete di sicurezza durante i periodi di inattività o formazione. L’INPS accetterà le richieste entro il 30 giugno di ogni anno, elargendo il 60% dell’importo calcolato sulla base della media delle retribuzioni imponibili dell’anno precedente alla presentazione della domanda.

ALAS verso il termine

Dal 1° gennaio 2024, l’indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS) verrà abrogata, sostituendola con un regime transitorio valido per situazioni di cessazione involontaria fino al 31 dicembre 2023.

Inoltre, per coloro che soddisfano i requisiti nel 2022 e presentano la domanda entro il 15 dicembre 2023, sarà introdotta una normativa transitoria che stabilisce l’impossibilità di accumulare contemporaneamente l’indennità di discontinuità e l’ALAS.