ANF al posto dell’assegno unico: chi ed entro quando deve fare domanda

L’assegno unico e universale sui figli a carico è la nuova misura di welfare per le famiglie con figli in Italia. Le famiglie che non rientrano nel perimetro dell’assegno unico possono richiedere gli Assegni per il Nucleo Familiare (ANF). Vediamo insieme chi ed entro quando può fare domanda.

top-view-hands-with-paper-cut-family-min (1)

Dal 1° marzo 2022, in Italia è entrata in vigore la nuova misura dell’assegno unico universale sui figli a carico, che sostituisce tutte le altre misure di welfare esistenti per le famiglie con figli. Questa misura è stata pensata per semplificare la vita delle famiglie italiane e garantire maggiore equità e sostegno economico. Tuttavia, solo le famiglie che rientrano nel perimetro di applicazione di questa misura possono beneficiarne.

ANF al posto dell’assegno unico

top-view-people-holding-in-hands-cute-paper-family-min

Non tutte le famiglie con figli a carico possono beneficiare dell’assegno unico universale sui figli a carico. Ci sono ancora famiglie che prendono gli assegni per il nucleo familiare e altre che torneranno a prenderli perché perderanno il diritto all’assegno unico.

Entro il 30 giugno le famiglie interessate ancora agli assegni per il nucleo familiare devono presentare la domanda all’INPS in via telematica

Chi ha diritto agli ANF

In pratica, le famiglie che non rientrano nel perimetro dell’assegno unico potranno richiedere gli ANF se hanno fratelli e sorelle con diritto agli ANF o figli che hanno compiuto i 21 anni senza la presenza di altri figli più piccoli. L’INPS applica alla lettera ciò che la normativa prevede, quindi l’assegno unico riguarda solo i nuclei familiari con figli a carico specificati.

Cessazione del diritto all’assegno unico

La normativa vigente, specificata anche con una vecchia circolare dell’INPS, stabilisce che la cessazione del riconoscimento delle prestazioni di cui all’articolo 4 del Testo unico delle norme concernenti gli Assegni Familiari ne consegue solo nei nuclei familiari con figli e orfanili. Quindi le famiglie prive di figli restano con pieno diritto nel perimetro delle vecchie misure precedenti l’assegno unico universale sui figli a carico.

Nucleo familiare composto solo da due coniugi

Il nucleo familiare composto solo da due coniugi con la moglie casalinga, ad esempio, non ha subito alcuna modifica dal fatto che sia entrato in vigore l’assegno unico. Le regole degli ANF (Assegni per il Nucleo Familiare) sono alternative all’assegno unico e potranno richiederli solo quei nuclei familiari in cui non vi sono soggetti con diritto all’assegno unico o da dove ne sono fuoriusciti alcuni.

Lascia un commento