Appello dei miliardari: “Fateci pagare più tasse”

La situazione economica mondiale, dopo lo shock economico post-pandemico, ha evidenziato dei disallineamenti importanti: i ricchi sono diventati ancora più ricchi, mentre i poveri ancora più poveri. Da qui l’appello dei miliardari ai governi mondiali: “Fateci pagare più tasse”.

Soldi

La notizia ha dell’incredibile e fa riflettere sull’operato della classe politica globale: sono i super ricchi a chiedere tasse maggiori per i loro patrimoni. Spesso si assiste a sistemi di tassazione che tendono ad avvantaggiare le classi medio-alte, come ad esempio la recente riforma IRPEF in Italia, ma la risposta dei miliardari è stata incredibile.

Sono ben 102 i firmatari della petizione inviata al WEF (World Economic Forum): analizziamo insieme la questione.

Lettera dei super ricchi: cosa hanno comunicato?

cash soldi pagamenti

L’azione intrapresa dalle 102 persone più ricche del mondo è unica e mai vista prima, in quanto vi è l’esplicita richiesta ai governi di porre delle tassazioni più alte per i loro patrimoni. Nel contenuto della lettera si legge:

“Fateci pagare più tasse. Mentre il mondo ha sofferto in questi due anni, molti di noi possono dire di aver visto aumentare la loro ricchezza durante la pandemia. Pochi di noi, forse nessuno, può invece dire onestamente di aver pagato il giusto di tasse”.

La lettera è una palese ammissione di incongruenza e non equità dei sistemi di tassazione di molti paesi, ovviamente senza considerare i paradisi fiscali. Tale aspetto riguardo alle disuguaglianze viene confermato anche dal rapporto Oxfam.

Disuguaglianze: il resoconto Oxfam

Povertà

Il rapporto Oxfam mostra dati eloquenti riguardo alla condizione dei super ricchi, in particolare riguardo al periodo post pandemia. Se si considera il patrimonio delle 10 persone più ricche del mondo nella fase pre e post pandemica, si nota come questo sia passato da 700 miliardi a 1500 miliardi di dollari.

D’altro canto sono ben 163 milioni le persone che sono cadute in povertà a causa della pandemia. E’ dunque evidente come i sistemi di tassazione mondiali debbano intervenire per evitare che tali asimmetrie possano verificarsi. La risposta del WEF è stata chiara: “Far pagar una giusta quota di tasse è uno dei obiettivi del Forum: un’imposta sul patrimonio potrebbe essere la via migliore da seguire”.

Lascia un commento