Aria condizionata in auto: quando è vietato e quali sono le multe

Per evitare di incorrere nella multa dell’estate, è fondamentale rispettare le norme riguardanti l’utilizzo dell’aria condizionata in auto. Ricordiamo che è vietato tenere acceso il motore e far funzionare l’aria condizionata durante le soste prolungate. In caso di necessità, è consigliabile cercare alternative per affrontare il caldo senza violare la legge.

Aria condizionata in auto: quando è vietato e quali sono le multe

L’onda di caldo che sta colpendo l’Italia spinge molti automobilisti a cercare sollievo nell’utilizzo dell’aria condizionata all’interno delle loro vetture. Tuttavia, le sanzioni previste per l’uso improprio possono essere molto pesanti. Vediamo in quali situazioni è necessario evitare l’accensione del condizionatore e le conseguenze per chi non rispetta la normativa.

Alleviare il caldo grazie all’aria condizionata in auto

L’aria condizionata rappresenta un modo efficace per fugare momentaneamente il caldo torrido all’interno dell’automobile. Tuttavia, esistono delle circostanze in cui è obbligatorio mantenerla spenta per evitare multe che possono arrivare fino a 444 euro.

Norme del codice della strada

La normativa stradale è precisa riguardo all’uso dell’aria condizionata in auto. È vietato mantenere acceso il motore quando l’auto è ferma o in sosta al fine di far funzionare il condizionatore. Durante la guida non ci sono restrizioni, ma è fondamentale spegnere il motore e l’aria condizionata quando ci si ferma in una piazzola di sosta o ai bordi della strada.

Questa legge non rappresenta una novità, ma è stata introdotta nel codice della strada già nel 2007, con successive modifiche nel 2010 e l’aggiornamento delle sanzioni nel 2014. A partire da aprile 2022, i trasgressori rischiano multe più salate.

Il motivo dietro al divieto

La ragione principale che giustifica il divieto di far funzionare l’aria condizionata durante le soste è l’inquinamento. Soprattutto i motori più vecchi emettono elevate quantità di CO2 nell’aria. Pertanto, per ridurre l’impatto ambientale, è fondamentale spegnere il motore anche a costo di sopportare il caldo.

Possibili conseguenze per i trasgressori

Gli automobilisti sorpresi in violazione di questa norma possono solo sperare nella comprensione delle forze dell’ordine. Tuttavia, non sempre il caldo estremo viene preso in considerazione, e la legge potrebbe essere applicata in modo rigoroso.

Oggi, gli importi delle multe sono stati aumentati, e i trasgressori potrebbero affrontare sanzioni fino a 444 euro.

Lascia un commento