Assegni d’invalidità civile: scopriamo gli importi del 2021

13/10/2021

Gli importi relativi alla pensione d’invalidità, si aggiornano ogni anno in base a determinati parametri che subiscono variazioni nel tempo. Nel seguente articolo approfondiremo le somme spettanti per il 2021, con i relativi aggiornamenti, per gli invalidi civili.

Handicap

La pensione d’invalidità civile è l’insieme delle somme spettanti ai soggetti che hanno una invalidità certificata dal medico pari al 100%. Per coloro che si trovano tra il 75% e il 99% invece si parla di assegni d’invalidità civile. Per quanto riguarda gli assegni però, quella dell’invalidità non è l’unica condizione da tenere a mente, è necessario infatti che i soggetti siano anche in condizioni reddituali sfavorevoli.

E’ necessaria la mera invalidità per l’assegno ordinario d’invalidità e la pensione d’invalidità previdenziale. Scopriamo come variano gli importi annuali e come sono quelli del 2021.


Leggi anche: Buste paga, premi per gli statali: importi e a chi spettano

Assegni d’invalidità civile: ecco le somme del 2021

Invalidità

Per quanto riguarda il 2021, le somme spettanti non hanno ricevuto alcuna modifica rispetto a quelle del 2020, un caso eccezionale nella storia. Tale fattispecie ha validità per le categorie dei mutilatiinvalidi civili totaliciechi civili e sordomuti.

Per la categoria degli invalidi parziali invece, ossia quei soggetti che hanno una invalidità certificata tra il 75% e il 99%, le somme da erogare sono pari a quelle stabilite per l’assegno sociale. Analogo trattamento spetta ai beneficiari dell’indennità di frequenza.

Limiti di reddito aggiornati al 2021

Handicap

Come detto precedentemente, l’accesso agli assegni d’invalidità civile non si ottengono solamente tramite lo status di invalidità certificato, ma sono necessarie anche delle condizioni reddituali sfavorevoli. In base al reddito vengono stilate delle classifiche che dividono i beneficiari e le relative somme spettanti loro.

Per il 2021 le somme spettanti sono le seguenti:

  • per gli invalidi totali, il limite di reddito annuo è 16.982,49 euro;
  • per gli invalidi parziali invece, il limite riconosciuto è quello di 4.931,29 euro.

Infine si ricorda che gli invalidi civili totali, che non superano un certo limite reddituale, possono essere beneficiari dell’incremento al milione, che per il 2021 è pari a:


Potrebbe interessarti: Contributi a fondo perduto 2021: novità e importi

  • 8.476,26 euro annui per pensionato non coniugato;
  • 14.459,90 euro annui per pensionato coniugato.
Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica