Assegni familiari 2022: requisiti e chi resta escluso

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
31/01/2022

L’INPS ha comunicato i nuovi limiti reddituali per la cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari, oltre che delle quote di maggiorazione di pensione per il 2022. Vediamo insieme quali sono i soggetti coinvolti e come cambieranno gli importi.

top-view-people-holding-in-hands-cute-paper-family-minRecentemente l’INPS ha comunicato i nuovi limiti di reddito familiare per la cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione per l’anno corrente. I soggetti coinvolti da queste modifiche relative al primo caso sono coloro che sono esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiari, quali:

  • i coltivatori diretti;
  • i coloni;
  • i mezzadri;
  • i piccoli coltivatori diretti;
  • pensionati delle Gestioni speciali per i lavoratori autonomi.

Vediamo insieme nel dettaglio.

Assegno nucleo familiare 2022: cosa cambia con i nuovi limiti

medium-shot-couple-cookingSecondo i nuovi limiti comunicati dall’INPS nella direttiva n. 9 del 20 gennaio 2022, gli importi saranno i seguenti:

  • 8,18 euro mensili spettanti ai coltivatori diretti, coloni e mezzadri per i figli ed equiparati;
  • 1,21 euro mensili spettanti ai piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati.

I limiti di reddito mensili che vengono verificati ai fini dell’accertamento del carico (non autosufficienza economica) e quindi del riconoscimento del diritto agli assegni familiari risultano essere i seguenti:

  • 737,73 euro per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio o equiparato;
  • 1.291,02 euro per due genitori ed equiparati.

I nuovi limiti di reddito valgono anche in caso di richiesta di assegni familiari per fratelli, sorelle e nipoti.

I soggetti coinvolti dalla cessazione del diritto alla corresponsione dei trattamenti di famiglia sono quelli elencati precedentemente, ai quali tuttavia non viene sottratta la possibilità di beneficiare di altri diritti e benefici dipendenti dalla vivenza a carico e/o ad essa connessi.

Assegno nucleo familiare: novità

Big family walking outdoorsNella direttiva del 20 gennaio, l’INPS ha ricordato che secondo quanto stabilito dal decreto legislativo n. 230 del 29 dicembre 202, limitatamente ai nuclei familiari con figli e orfanili, a decorrere dal 1° marzo 2022 cessano di essere riconosciute le prestazioni di cui all’articolo 4 del Testo Unico delle norme concernenti gli assegni familiari, approvato con il decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1955, n. 797.

Le Strutture territoriali sono invitate a portare a conoscenza delle Associazioni di categoria dei lavoratori interessati, dei Consulenti del lavoro, degli Istituti di Patronato e delle Organizzazioni sindacali il contenuto della presente circolare.

Gli elementi presi in considerazione per il riconoscimento e la determinazione dell’importo dell’assegno sono:

  • la tipologia del nucleo familiare;
  • il numero dei componenti;
  • il reddito complessivo del nucleo stesso.