Assegni per il nucleo familiare (ANF) 2023: beneficiari e soggetti esclusi

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) consiste in una prestazione economica riconosciuta dall’INPS a determinate categorie di lavoratori e di pensionati. Vediamo nel seguente articolo tutti i dettagli della misura e come fare per richiederla nel 2023.

top-view-hands-with-paper-cut-family-min (1)

Assegno per il Nucleo Familiare: cos’è e quando spetta?

L’ANF viene riconosciuto mensilmente dall’INPS a determinate categorie di lavoratori e di pensionati, e decorre dal primo giorno del periodo di paga o di pagamento della prestazione, nel corso del quale si verificano le condizioni prescritte per il riconoscimento del diritto (come, ad esempio, la celebrazione del matrimonio o la nascita di un figlio).

Vediamo nel dettaglio come funziona la misura e quali i beneficiari.

ANF 2023: come funziona e quando spetta

money-1005464_1920

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una prestazione economica erogata dall’INPS ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori, dei titolari delle pensioni e delle prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente e dei lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

I beneficiari

Nello specifico, l’ANF 2023 spetta a:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;
  • lavoratori dipendenti agricoli;
  • lavoratori dipendenti di ditte cessate o fallite;
  • titolari di prestazioni previdenziali;
  • lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto (es. lavoratori in aspettativa sindacale, marittimi sbarcati per infortunio).

I soggetti esclusi

Non spetta, invece, a:

  • coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • piccoli coltivatori diretti;
  • titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).

Gli importi

Gli importi riconosciuti sono pubblicati annualmente dall’INPS in tabelle valide dal 1° luglio di ogni anno, fino al 30 giugno dell’anno seguente.

Come fare domanda

La domanda deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto, esclusivamente per via telematica sul sito dell’INPS.

Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell’ANF, deve essere comunicata entro 30 giorni.

Lascia un commento