Assegno unico 2022, arrivano gli aumenti: per chi e di quanto cresce l’importo

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
06/10/2022

Assegno unico 2022: nuove maggiorazioni in arrivo per alcune categorie rispetto alla prima versione introdotta dal 1° marzo 2022. Gli aumenti riguarderanno soprattutto i nuclei familiari con figli disabili a carico di età superiore a 18 anni. Vediamo nel dettaglio tutte le ultime novità sul tema.

money-notepad-and-calculator-on-the-table

Assegno unico 2022: arrivano le maggiorazioni per determinate categorie di beneficiari.

Con il decreto Semplificazioni, infatti, vengono aumentati gli importi per i nuclei familiari con a carico figli disabili maggiorenni. La novità è attiva per tutte le mensilità del 2022, ma potrebbe venire prorogata anche al prossimo anno.

Assegno unico 2022: le principali novità

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

Ecco tutte le principali novità introdotte per l’Assegno unico 2022:

  • l’importo dell’assegno previsto per ciascun figlio minorenne, pari ad un massimo di 175 euro mensili per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro, da ridursi gradualmente in funzione del crescere del valore ISEE, solo per il 2022 viene concesso nella stessa misura anche in caso di figli maggiorenni disabili senza limiti di età;
  • la maggiorazione prevista esclusivamente per i figli minorenni in base al grado di disabilità, da un minimo di 85 euro ad un massimo di 105 euro al mese, viene estesa ed applicata, per il momento solo al 2022, nella stessa misura a ciascun figlio con disabilità fino al compimento di 21 anni;
  • dal 2023 tornano ad applicarsi la maggiorazione di 80 euro mensili per i figli maggiorenni disabili fino al compimento del 21esimo anno di età, e quella di 85 euro mensili, che si riducono in funzione del valore ISEE, per i figli maggiorenni disabili di età pari o superiore a 21 anni;
  • nel caso di nuclei con almeno un figlio a carico con disabilità, per il 2022 gli importi della maggiorazione transitoria vengono aumentati di 120 euro al mese.

Assegno unico 2022: tutti gli aumenti

money-1005464_1920

Di seguito tutte le nuove maggiorazioni:

  • per quanto riguarda i figli, disabili e non, con età fino a 18 anni, resta tutto invariato;
  • per i figli disabili fino a 21 anni non compiuti, per i quali inizialmente l’assegno è stato previsto nella misura massima di 85 euro al mese con ISEE fino a 15.000 euro, più 80 euro, a prescindere dall’ISEE, a titolo di maggiorazione per disabilità, gli importi dell’assegno e delle maggiorazioni per disabilità sono equiparati a quelli dei minorenni;
  • per i figli disabili di età pari o superiore a 21 anni, per i quali inizialmente l’assegno è stato previsto nella misura massima di 85 euro al mese, l’importo dell’assegno è equiparato a quello dei minorenni;
  • nel periodo che va dal 1° marzo 2022 al 28 febbraio 2023, quindi, i figli disabili beneficeranno di un assegno pari ad un massimo di 175 euro al mese con ISEE fino a 15.000 euro, a cui vanno aggiunti, anche per i figli fino a 21 anni, a titolo di maggiorazione, fino a 105 euro mensili in caso di non autosufficienza del figlio.

Gli aumenti per queste categorie scattano a partire dalle mensilità di marzo 2022, e includono anche le mensilità di gennaio e febbraio 2023. Di conseguenza, per le domande presentate entro il 30 giugno 2022, l’INPS provvederà ai dovuti conguagli delle rate spettanti ed eventualmente già erogate a decorrere dal mese di marzo 2022. Per le domande presentate dal 1° luglio 2022, invece, gli importi in pagamento sono già aggiornati.