Assegno unico 2022: di cosa si tratta, importi e requisiti

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
18/04/2022

Dal 1° gennaio 2022 è possibile presentare domanda per l’Assegno Unico Universale, la misura economica a sostegno delle famiglie con figli a carico introdotta a partire da quest’anno. Vediamo insieme come funziona, quali sono gli importi e i requisiti.

composition-for-family-concept-on-blue-background-minDal 2022 è entrato in vigore l’Assegno Unico e Universale, la misura economica a sostegno delle famiglie con figli a carico istituita con la Legge Delega 46/2021. Dall’inizio dell’anno è possibile presentare domanda per l’agevolazione, mentre i pagamenti hanno avuto inizio a metà marzo.

L’assegno unico e universale è valido dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del 21esimo anno di ogni figlio. Vediamo insieme nel dettaglio come funziona e quali sono i requisiti e gli importi.

Assegno Unico 2022: di cosa si tratta e importi

top-view-hands-with-paper-cut-family-min (1)L’Assegno Unico Universale è la misura economica a sostegno delle famiglie con figli a carico entrata in vigore dal 2022. La misura è stata così chiamata in quanto sostituisce le precedenti agevolazioni per le famiglie, quali:

  • le detrazioni Irpef sui figli a carico;
  • gli assegni al nucleo per figli minori;
  • gli assegni per le famiglie numerose;
  • il Bonus Bebè;
  • il premio alla nascita;
  • il fondo natalità per le garanzie sui prestiti.

L’Assegno unico è erogato in base all’ISEE, sulla base del quale cambiano gli importi:

  • per i redditi più bassi ammonta a 180 per ogni figlio;
  • dal terzo figlio in poi l’importo arriva a 250/260 euro sempre per i redditi più bassi;
  • per i redditi più alti l’importo cala fino ai 50 euro a figlio.

Inoltre, è prevista una maggiorazione se entrambi i genitori lavorano. L’assegno unico per i figli viene erogato nella somma minima di circa 50 euro ai redditi più alti, ma anche a chi decide di non presentare l’Isee.

Assegno Unico 2022: quali sono i requisiti

Family home activities concept

Per potere accedere all’Assegno Unico è necessario essere:

  • Italiani;
  • Stranieri di uno Stato Membro della UE;
  • Stranieri extracomunitari con diritto di soggiorno o con diritto di soggiorno permanente;
  • Extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo(ex Carta di soggiorno);
  • Stranieri non UE che hanno un permesso di lavoro o di ricerca con durata superiore a sei mesi;
  • Stranieri con residenza in Italia da almeno due anni.

Residenza e domicilio, anche fiscale in Italia, sono necessari quindi per poter avere accesso all’assegno unico per i figli.